Edicola

Friuli, chiude il concorso e anche una farmacia

05/03/2013 09:27:52
Concorso straordinario al “rien ne va plus” anche in Friuli Venezia Giulia, che venerdì ha chiuso la fase delle candidature. In tutto sono 640 le domande presentate (delle quali 276 in forma associata), per un rapporto tra iscrizioni e farmacie in gara che - dopo il picco dell’Emilia Romagna - torna ad avvicinarsi al trend nazionale: sono 49, infatti, le sedi da assegnare nella regione, il che significa circa 13 candidati per farmacia, valore non molto dissimile da quello rilevato nella maggior parte degli altri concorsi.
Medie a parte, per i nuovi titolari friulani si prospetta un futuro non proprio in discesa. Già basterebbe il fatto che molte delle nuove sedi risultano collocate in zone e comuni di ridottissima appetibilità, a causa della dimensione prevalentemente montana della regione. Ma poi ci sarà da fare i conti con la spietata “concorrenza” delle Asl, che sta già mettendo a terra le farmacie in attività. Tanto che nei giorni scorsi si è registrato il primo fallimento di farmacia friulana e altre quattro rischiano di seguire a breve. Non è certo il primo caso in Italia (solo in Campania hanno dichiarato default già in cinque) ma in Federfarma regionale c’è la netta convinzione che la causa principale della chiusura vada imputata proprio all’aggressività dell’Azienda sanitaria competente per territorio, quella dell’Alto Friuli. «Abbiamo con la Regione un accodo sulla dpc che ci riconosce l’esclusiva» spiega il presidente di Federfarma regionale, Alessandro Fumaneri «ma l’Asl lo aggira perché distribuisce direttamente il primo ciclo terapeutico. Tutto compreso, anche i farmaci di fascia C. E a tutti, pazienti in dimissione e in visita specialistica, che così vengono riforniti a ogni passaggio dal medico. Risultato, molti titolari fanno sempre più fatica a stare nei conti». «La farmacia che è andata in default» rincara Alessandra Forgiarini, presidente di Federfarma Udine «si è vista ridurre in pochi anni le ricette rosse del 70%. Oggi in Friuli l’utile medio si è ormai ridotto a poco più di due euro a pezzo». E il sospetto è che buona parte dell’arretramento vada addebitato all’aggressività delle Asl friulane: «Per ora è soltanto un’ipotesi» conclude Forgiarini «ma stiamo analizzando i dati delle ricette per trovare le conferme. E intanto aspettiamo la decisione del Tar sul nostro ricorso contro la delibera regionale che ha dato via libera alle Asl per questi “aggiramenti” della dpc».

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni