Edicola

Inefficienze Asl, per Corte dei conti inadeguati controlli su farmaci

05/05/2015 00:40:14
Quando c’è da tagliare, la Sanità non se la prenda con la spesa farmaceutica convenzionata. E’ il commento che trabocca spontaneo davanti all’ultima storia di malagestione proveniente dall’Asl Napoli 1, la più grande azienda sanitaria d’Europa. E anche la più disastrata, visto che si trova in Piano di rientro dal 2007. A raccontarla la relazione con cui la Corte dei conti della Campania fa il punto sulle contromisure adottate dall’azienda sanitaria dopo i rilievi avanzati stessa dalla Corte nell’ottobre scorso. Pubblicato sabato scorso dal Sole 24 Ore, il documento propone così una vera e propria galleria di “orrori” contabili e finanziari, tra i quali pagamenti per 560 milioni di euro a fornitori non meglio specificati, 31 milioni di doppi rimborsi (cioè forniture pagate due volte) e circa 117 milioni di perdite soltanto nell’esercizio 2012.

Ma la magistratura contabile punta il dito anche su acquisti e gestione del farmaco. E dalla relazione, emergono parecchie ombre sull’organizzazione del servizio nelle strutture dell’azienda. Per cominciare, la Corte nota l’assenza di «procedure di controllo interno idonee ad accertare che nell’inventario di magazzino» siano caricati dati «esenti da errori significativi», così come la «carenza di opportune verifiche sui conti dei diversi soggetti (quali farmacie ospedaliere, reparti, magazzini, sedi), che gestiscono i beni dell’azienda». In seconda battuta, i giudici osservano la mancanza di una «gestione unitaria» della spesa e dei consumi per «esigenze di monitoraggio»: il ruolo del responsabile di farmacia ospedaliera, è quindi il consiglio, «non dovrebbe essere limitato alla fase che va dall’ingresso dei beni nella farmacia alla consegna ai reparti» ma andrebbe esteso «all’intero processo, ricomprese le fasi di pertinenza dei singoli reparti».

Carente, a leggere la relazione, anche il sistema di controlli che vigila «sull’operato del coordinatore infermieristico, individuandone le imprescindibili azioni di indirizzo per il contenimento della spesa del reparto, che presuppongono la piena e costante conoscenza dei relativi consumi». A loro volta, ruolo e responsabilità di tali coordinatori dovrebbero abbracciare l’intera fase «che va dall’acquisizione dei beni in reparto alla somministrazione ai pazienti e alla rilevazione delle giacenze», in modo che siano sempre consapevoli della «consistenza» della scorta di reparto.

Dal dossier della Corte dei conti emerge in sintesi un sistema di gestione degli acquisti e dei consumi (di medicinali e non solo) a dir poco carente. E se quello dell’Asl partenopea è un caso di malagestione “cronica”, c’è il forte sospetto che gli stessi appunti potrebbero essere mossi a parecchie altre aziende sanitarie, non solo della Campania. Inefficienze da combattere per recuperare risorse, in conclusione, ce ne sono. Ma quando c’è da riscuotere in fretta, il bancomat più comodo è sempre la spesa convenzionata. (AS)

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni