Edicola

Pani: problema risorse spinge a rivedere governo del farmaco

06/01/2015 08:33:54
I farmaci innovativi che nei prossimi anni usciranno sul mercato renderanno sempre meno sufficienti le leve con cui finora è stata governata la spesa farmaceutica pubblica. Occorrono nuove strategie e una di queste potrebbe consistere nell’omogenizzare a livello europeo le procedure per la definizione di prezzo e rimborsabilità dei farmaci. E nella sperimentazione, tramite l’Agenzia europea dei medicinali, di nuove modalità di autorizzazione all’immissione in commercio. E’ quanto scrive il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani, in un editoriale pubblicato nei giorni scorsi sul sito dell’Agenzia del farmaco: nel testo non appaiono riferimenti ma è evidente che lo spunto dal quale Pani prende le mosse per le sue riflessioni è rappresentato dalla Legge di Stabilità e da quello che entro la fine del mese Governo e Regioni potrebbero decidere a proposito di finanziamento del Ssn. Al riguardo il dg dell’Aifa lancia (alla politica) un avvertimento inequivocabile: se negli anni a venire il Fondo sanitario nazionale dovesse subire tagli rispetto alle risorse promesse dal Patto della Salute, diventerebbe ancora più difficile garantire accesso gratuito ai farmaci innovativi che nel prossimo futuro verranno autorizzati.
Peraltro appare già difficile garantirlo ora: come ricorda Pani, infatti, attualmente la spesa ospedaliera supera «significativamente» il tetto del 3,5%, un tasso che proiettato sui prossimi tre anni significherebbe sfondamenti compresi tra i 3,5 e i 6,8 miliardi di euro. La spesa farmaceutica territoriale mostra da tempo assai maggiore governabilità ma, rammenta ancora Pani, «tutte le “vecchie” molecole hanno perso – o perderanno nei prossimi due-tre anni – la copertura brevettuale e dunque i risparmi prodotti grazie agli equivalenti non saranno più replicati».
Di qui, dunque, la “ricetta” del direttore generale dell’Aifa: per iniziare, «dobbiamo avere il coraggio di affermare con chiarezza» che il tetto sulla spesa ospedaliera e «molto probabilmente quello sulla territoriale» non sono più adeguati. Di qui, quindi, la ricerca di nuovi strumenti di governo, che potrebbero consistere «in un cambiamento a livello europeo che inviti gli Stati membri a rendere quanto più possibile omogenee le proprie procedure di definizione del prezzo e rimborso dei farmaci e che sperimenti, tramite l’Agenzia europea dei medicinali, nuove modalità di autorizzazione all’immissione in commercio». Sarebbe, con ogni probabilità, un passo deciso verso quel prezzo unico europeo che da tempo Federfarma invoca come strumento con cui rimettere ordine nella distribuzione e nell’accesso al farmaco in tutta l’Ue. (AS)

Notizie correlate

06/10/2017

Innovativi, Cossolo a Fimmg: dialogo per un problema comune

«Sosteniamo a spada tratta la richiesta dei medici di famiglia di poter prescrivere i farmaci innovativi. E’ una giusta battaglia fatta in nome dei pazienti, perché possano trovare i medicinali di cui hanno bisogno sotto casa, e allora non possiamo che esserci...
18/11/2015

Emendamento innovativi, Bianconi: più garanzie per spesa farmaci

«Un ulteriore importante tassello per assicurare ai pazienti i farmaci di ultima generazione». E’ il commento di Laura Bianconi, vicepresidente del gruppo Area popolare al Senato, al parere positivo con cui ieri la commissione Bilancio ha dato via libera all’emendamento...
23/05/2015

Scaccabarozzi: far negoziare prezzi alle Regioni allarga disparità

Lasciare alle Regioni la negoziazione del prezzo di un farmaco innovativo allargherebbe la frammentazione che contraddistingue la politica farmaceutica di questo Paese, già oggi costretta spesso a giocare su ventuno diversi tavoli. E’ la riflessione con cui...
10/02/2015

Liberalizzazioni, Pani: l’Italia non ha bisogno di altri punti vendita

«Non abbiamo bisogno di altri punti vendita per i farmaci, ma di luoghi che li vendano meglio». E’ il “tweet” con cui il direttore generale dell'Aifa, Luca Pani, ha detto la sua ieri sulle misure del ddl concorrenza al vaglio del ministero dello Sviluppo...
24/09/2014

Sperimentazione Aifa sugli innovativi. Soddisfazione di Federfarma

Le farmacie del territorio condividono gli apprezzamenti dei medici di famiglia per la sperimentazione con cui l’Aifa consentirà tra breve a 2.000 medici di medicina generale la prescrizione di farmaci innovativi attivando il Piano Terapeutico...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni