Edicola

Remunerazione, una settimana al governo per rispondere poi mobilitazione

06/12/2012 09:21:26
Il governo ha una settimana di tempo per dire alle farmacie come vuole andare avanti sull’accordo con l’Aifa del 16 ottobre. Trascorso il termine, Federfarma proclamerà lo stato di agitazione e rimetterà all’assemblea l’opzione dello sciopero. Ha i toni dell’ultimatum il segnale lanciato stamattina dai vertici del sindacato nella conferenza stampa organizzata per fare il punto sull’attesa riforma della remunerazione.



«Siamo stanchi di aspettare» ha detto ai giornalisti la presidente, Annarosa Racca «la remunerazione va cambiata entro l’inizio del nuovo anno perché i titolari fanno sempre più fatica a tirare avanti e perché con il nuovo sistema si getterebbero le basi per una farmacia ancora più professionale, votata ai servizi e alla domiciliarità. A novembre abbiamo registrato un calo del giro d’affari a due cifre, se non si cambia molte farmacie tra le più piccole dovranno chiudere. Non dimentichiamo, infatti, che il concorso straordinario porterà in alcuni mesi all’apertura di 3.500-5mila farmacie».Allarmato anche il presidente nazionale del Sunifar, Alfredo Orlandi «Tra le rurali» ha detto «è a rischio il 30% dei presidi. Sarebbe una perdita insostenibile per il servizio sanitario, che grazie a queste farmacie assicura l’assistenza nelle aree più lontane e dimenticate del paese».
Con la nuova remunerazione, hanno poi ricordato Gioacchino Nicolosi, vicepresidente di Federfarma, e Alessandro Fumaneri, tesoriere nazionale «potremmo recuperare una fetta dei farmaci oggi distribuiti da Asl e ospedali con costi superiori a quelli delle farmacie». Per questo servirebbe anche il rinnovo della Convenzione, scaduta ormai da 15 anni: «Si scende in piazza se un contratto di lavoro non è rinnovato puntualmente» si è lamentato Alfoso Misasi, segretario nazionale del sindacato «il contratto delle farmacie è ancora quello del ’98 e nel frattempo la Sanità è cambiata completamente». E per chiudere il quaderno delle doglianze, c’è la piaga dei rimborsi Asl. «Dal governo arrivano segnali contradditori» è stata la battuta di Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli «da un lato con i concorsi vuole che le farmacie siano sempre di più, dall’altro nega loro di che vivere perché rinnova per un altro anno il blocco dei pignoramenti nelle Regioni sottoposte a Piano di rientro». (AS)

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni