Edicola

Concorrenza, ok della Bilancio a emendamenti su catene e rurali

07/07/2016 00:38:25
Ottiene luce verde e va dunque al voto della commissione Industria del Senato l’emendamento 48.79 al ddl concorrenza, che innalza (da 750 milioni di lire a 450mila euro e da 500 milioni a 300mila euro) le soglie di fatturato per sconti e agevolazioni alle rurali sussidiate. Il via libera è arrivato ieri pomeriggio dalla commissione Bilancio su parere favorevole del Governo, subordinato a due condizioni: primo, la norma dovrà entrare in vigore dal 2017; secondo, in calce al comma andrà specificato che dal prossimo anno «il finanziamento del Ssn cui concorre ordinariamente lo Stato è incrementato di 9.206.178,29 euro», ossia il corrispettivo dell’onere generato. Grazie al quale, secondo stime di Federfarma, dovrebbero riuscire a usufruire delle agevolazioni un migliaio di farmacie in più.

Luce verde, ieri, anche per l’emendamento 48.100 dei relatori, Luigi Marino e Salvatore Tomaselli, che vieta alle catene di controllare più del 20% delle farmacie presenti in ogni regione. Il testo, in particolare, è stato licenziato dalla Bilancio assieme a tutti i subemendamenti che lo accompagnano, tranne il 28 che tratta di farmaci veterinari (sul quale il Governo ha chiesto una relazione tecnica che attesti l’assenza di oneri per le finanze pubbliche). «L’iter del ddl si avvicina alle ultime tappe» è il commento della presidente di Federfarma, Annarosa Racca «resta preservato il ruolo sociale e sanitario della farmacia». «Finalmente cominciamo a registrare segni tangibili di interesse da parte delle istituzioni per il futuro delle rurali» aggiunge il presidente del Sunifar, Alfredo Orlandi «continueremo a sostenere l’emendamento anche nelle tappe parlamentari a venire».

I progressi di ieri accrescono le probabilità che l’articolo 48 su capitale e farmacie riesca ad andare al voto della commissione Industria nella giornata di oggi, anche perché sul ddl concorrenza ci sono in programma due sedute. Molto più difficile, invece, che la Commissione riesca a licenziare entro sera l’intero disegno di legge: ieri infatti la Bilancio ha espresso parere contrario su tre emendamenti dei relatori (riguardanti taxi, trasporti e Rc auto) e ha rinviato l’esame di altre quattro proposte di modifica, il che significherà quasi certamente uno slittamento dei tempi. «Tutti dicono che il ritardo del ddl sia dovuto alle pressioni delle lobby» ha commentato ieri sera Marino «in realtà la mano destra non sa cosa fa la sinistra: parte del Governo dice che deve essere approvato entro luglio, un'altra parte lo mette dietro ad altri provvedimenti, con il braccio operativo della commissione Bilancio del Senato. Mettendo in fila l'attesa dei pareri, viene fuori un ritardo di 3-4 mesi».

A questo punto, diventa veramente concreta l’eventualità che il testo non riesca ad arrivare all’aula di Palazzo Madama entro il 12 luglio, come esecutivo e maggioranza avevano concordato. Si riuscisse a contenere i ritardi, ha però ipotizzato ieri Tomaselli, il ddl potrebbe approdare all’aula giovedì 14. Cioè “appena” 48 ore più tardi del previsto. Per agevolare l’opzione, il presidente della commissione Industria Massimo Mucchetti scriverà al suo “omologo” del gruppo Bilancio, Giorgio Tonini, per chiedere un’accelerazione dei lavori. (AS)

Notizie correlate

28/09/2017

Concorrenza, Federfarma si mobilita per rimuovere ambiguità

Federfarma è pronta ad agire a tutti i livelli perché dalla Legge 124/2017 sulla concorrenza vengano rimosse le ambiguità e criticità che oggi la caratterizzano. Il che significherà, per il sindacato, promuovere ricorsi alla giustizia amministrativa...
06/09/2017

DDL concorrenza e farmacie indipendenti: si comincia a fare sul serio

Dopo il primo importante incontro, dello scorso 12 luglio, Federfarma e Federfarma Servizi hanno continuato a lavorare anche durante le ferie estive per mettere a punto un obiettivo comune e una visione condivisa per il futuro della farmacia indipendente a seguito dell’approvazione definitiva del cosiddetto DDL Concorrenza...
04/08/2017

Pagliacci (Sunifar): in rete contro il capitale, ma a pari condizioni

L’arrivo del capitale preoccupa le farmacie rurali quanto quelle urbane, ma l’abitudine alle avversità e a lavorare in un contesto di “frontiera” le aiuterà ad affrontare con successo anche questa sfida. Sono le parole con cui la presidente del Sunifar...
03/08/2017

Ddl concorrenza, Federfarma: “keep calm” e avanti

“Keep calm and carry on”, state tranquilli e andiamo avanti. E’ la frase che nel ’39, alla viglia della guerra, venne fatta stampare dal governo britannico su milioni di manifesti, da affiggere in tutta l’Inghilterra per evitare che la popolazione si facesse prendere dal panico...
02/08/2017

Approvato il DDL Concorrenza. Federfarma: ora al lavoro per gestire un cambiamento epocale

“Quando siamo arrivati alla dirigenza di Federfarma, a fine maggio di quest’anno, il DDL aveva già alle spalle un lungo iter parlamentare e, a mio avviso, le conseguenze di un siffatto provvedimento erano state sottovalutate, nonostante le grida di allarme di varie associazioni provinciali. Noi abbiamo subito motivato...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni