Edicola

Da Farmadays le ricette per la sostenibilità in farmacia

07/10/2013 22:58:13
La filiera del farmaco deve rendersi conto che restituire stabilità finanziaria alle farmacie in maggiore difficoltà è interesse di tutti, perché altrimenti si rischia un effetto domino dal quale si salverebbero in pochi. E’ il messaggio proveniente dal convegno su sostenibilità della farmacia e ristrutturazione del debito che domenica ha aperto l’ultima giornata di Farmadays, la manifestazione congressuale dell’Utifar. Sul palco, tributaristi ed esperti di finanza aziendale hanno proposto un’analisi a più voci dello stato di salute finanziario della farmacia italiana. Giampietro Brunello, presidente della Sose (Società per gli studi di settore), ha stimato in circa un quarto del totale le farmacie che oggi fanno fatica a sostenere il proprio indebitamento. Franco Lucidi, commercialista del gruppo Sediva, ha proposto una modalità di ristrutturazione del debito in cui i creditori rinunciano a una buona parte dei loro interessi e le farmacie rientrano dall’esposizione privilegiando la riduzione dell’indebitamento a ogni altra spesa. Giovanni Trombetta, commercialista dello Studio Guandalini, ha invece ricordato che l’indebitamento di una parte delle farmacie ha tra le sue concause anche le politiche commerciali seguite in passato da alcuni distributori, che hanno determinato eccessi di cassa poi non sempre riutilizzati dai titolari nella loro azienda. Per Trombetta, quindi, una exit strategy efficace non può che passare da una gestione collaborativa della ristrutturazione del debito, in cui tutti i creditori si impegnano a evitare azioni traumatiche che provocherebbero il default del debitore e il temuto effetto domino.
Valutazioni ottimistiche sono invece arrivate da Nicola Guerriero, docente di economia e gestione aziendale: di quel 25% di farmacie che Brunello considerava in cattive acque, ha detto Guerriero, se ne possono salvare ancora parecchie ma a patto che la loro situazione debitoria venga valutata e affrontata secondo i normali modelli di gestione aziendale. Infine per Carlo Ghiani, presidente di Credifarma, se lo stato di salute delle farmacie oggi è questo la colpa è un po’ di tutti, compresi quei commercialisti che nel corso degli anni non hanno saputo correggere o prevenire le gestioni incaute di certi titolari. E ai farmacisti che oggi devono ristrutturare il loro debito l’appello di Ghiani è stato: attenzione a chi vi rivolgete, un conto sono le banche un altro una finanziaria dei farmacisti come Credifarma, che ha per socio di maggioranza il sindacato titolari. (AS)

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni