Edicola

Def, Renzi: in Sanità non ci saranno tagli lineari

09/04/2014 00:55:08
«In Sanità non ci saranno tagli lineari: il manager Asl che guadagna 300mila euro ne prenderà 200mila e rimarrà senza auto blu. In prospettiva sulla salute spenderemo di più, perché si invecchia e cambiano i bisogni. Per questo occorre ripensare il modello basato sull’ospedale». In attesa di capire con chiarezza che cosa riserva al Ssn il Def approvato ieri sera dal consiglio dei Ministri, la frase pronunciata dal premier Matteo Renzi nella conferenza stampa di fine seduta è tutto ciò di cui al momento si dispone. Oltre alle cifre delle succinte schede fornite alla stampa: dove si parla di un deficit che quest’anno si stabilizzerà al 2,6% (del Pil), nel 2015 calerà al 2% e nel 2016 all'1,5%. Determinante rispetto a tali obiettivi la spending review, che dovrà conseguire almeno 32 miliardi di risparmi nel quadriennio2014-2017. Ma, ripete il Governo nella relazione che accompagna il Documento di economia e finanza, la Sanità darà il proprio contributo «nell'ambito del Patto per la Salute, tramite l'assunzione di misure contro le spese che eccedono significativamente i costi standard».
E in attesa di cifre più dettagliate, arrivano le rassicurazioni del ministro della Salute: «Stiamo lavorando perché non ci siano tagli lineari» ha detto Lorenzin all’apertura degli Stati generali della Salute «però non è più accettabile lo spreco di un solo euro: non voglio che l'Italia sia costretta alle scelte di altri Stati con una cultura diversa dalla nostra, come quella di fornire alcuni farmaci solo a chi ha meno di 70 anni. Abbiamo il dovere di assicurare a tutti l’accesso alle nuove medicine. Per questo chiediamo rigore alle Regioni, per recuperare i fondi che ci servono». Di qui l’appello del Ministro: «Serve un grande lavoro di rigore e serietà, le amministrazioni regionali devono capire che è il momento di dare una vera scossa, con impegni chiari e quantificati».
Dal canto loro, i governatori hanno ribadito la necessità di certezze sulle risorse a disposizione. «Dobbiamo razionalizzare pensando comunque a salvaguardare i livelli delle prestazioni» ha ricordato il governatore della Campania, Stefano Caldoro. «La Sanità è un investimento per la nazione e per gli italiani» ha aggiunto Luca Coletto, coordinatore degli assessori alla Salute delle Regioni «non ci piace l’idea che i risparmi che faremo nel Ssn vengano portati da un'altra parte». (AS)

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni