Edicola

Sanità digitale, Federfarma e Fimmg su cabina di regia

09/07/2016 06:04:16
Anche Federfarma e Fimmg devono sedere nella commissione che affiancherà la cabina di regia per l’attuazione del Patto nazionale sulla Sanità digitale. E’ la richiesta avanzata dalle due organizzazioni in una lettera inviata direttamente al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. «Il Patto» scrivono i leader dei due sindacati, la presidente Annarosa racca e il segretario nazionale Giacomo Milillo «prevede che la gestione dei passaggi attuativi (della digitalizzazione sanitaria, ndr) sia affidata alla cabina di regia del Nsis, il Nuovo sistema informativo sanitario». Tale cabina, prosegue la lettera «sarà affiancata da una commissione composta da rappresentanti del ministero della Sviluppo economico e dell'Aifa».

Sarebbe opportuno, continuano Racca e Milillo, che nella commissione sedessero anche Federfarma e Fimmg, «che sono fortemente impegnate nel dare attuazione, all'interno delle rispettive categorie, ai processi di innovazione digitale». Medici di medicina generale e farmacie, ricordano ancora i due leader, «sono quotidianamente impegnati nel garantire l'assistenza territoriale, utilizzando sempre più gli strumenti della sanità digitale»; è dunque auspicabile favorire «una sempre più fattiva collaborazione» degli uni e delle altre, prevendo l’integrazione nel gruppo di lavoro «di un rappresentante per ciascuna categoria professionale, eventualmente di nomina ministeriale».

Approvato giovedì dalla Conferenza Stato-Regioni, il Patto per la Sanità digitale traccia il percorso che il Ssn dovrà coprire per informatizzare e dematerializzare una buona parte dei suoi processi clinico-amministrativi: si va dalla telemedicina e teleassistenza fino al Fascicolo sanitario e alla cartella clinica elttronici, per un insieme di progetti che dovrebbero assicurare – stime governative alla mano – risparmi compresi tra gli otto e i dieci miliardi di euro. E le farmacie del territorio non possono restare a guardare, perché tra i “setting” investiti dal Piano ci sono le Cure primarie, la logistica edel farmaco e la domiciliarità, a proposito della quale il documento fa esplicito riferimento al concetto di «farmaco a casa». (AS)

Notizie correlate

31/03/2015

Fattura elettronica, è boom per il servizio Federfarma-Promofarma

Quasi cinquemila contratti sottoscritti dalle farmacie associate in due settimane. Numeri da capogiro per il servizio di fatturazione elettronica messo in campo da Federfarma con l’ausilio tecnico di Promofarma in previsione del via, da oggi, dei nuovi obblighi digitali. Per far fronte alla valanga di telefonate...
17/03/2015

Fatturazione digitale, è boom di adesioni al servizio Promofarma

Partenza con il botto per il servizio di fatturazione elettronica di Promofarma, on line da ieri mattina nella sezione riservata del portale Federfarma: nel giro di poche ore sono quasi 400 i contratti che i titolari hanno sottoscritto in vista della scadenza del 31 marzo...
19/04/2014

Ricetta digitale, conto alla rovescia nelle Marche

Dal 22 aprile le Marche si cimentano con la ricetta digitale. Lo stabilisce il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri da Federfarma e assessorato alla Sanità: si partirà dalla provincia di Pesaro per poi allargare progressivamente la prescrizione on...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni