Edicola

Fondo sanitario 2016, le Regioni insistono: un miliardo in più non basta

09/10/2015 01:15:13
Non basta alle Regioni il miliardo in più che il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha messo qualche giorno fa sul piatto del Ssn per il 2016. Il Patto per la Salute e il Def, il Documento di economia e finanza, ne promettevano tre e di certo con uno non si riusciranno a finanziare i nuovi Lea, i farmaci innovativi e i rinnovi contrattuali del personale sanitario. A meno di non tagliare pesantemente su assistenza e altri servizi. Per Sergio Chiamparino, presidente della Conferenza delle Regioni, sono in sostanza queste le cifre che circoscrivono il confronto tra Governo e rappresentanti regionali sulla prossima Legge di Stabilità, al via da martedì: «Il governo conosce le nostre proposte» ha detto Chiamparino ieri al termine della seduta dei presidenti «quindi credo che l'incontro di martedì prossimo con il presidente del Consiglio e gli altri ministri sia un passaggio importante». Dal quale, ha poi aggiunto, «mi auguro vengano risposte alle questioni che abbiamo posto all’inizio di questa settimana».

Al momento i toni non sembrano quelli di uno scontro: i miliardi al Ssn che ballano sono due (in sostanza, nel 2016 Renzi vorrebbe darne 111, le Regioni invece reclamano i 113 pattuiti) ma Chiamparino ha già avvisato che un compromesso è a portata di mano: «Se le cifre sono queste» ha detto «mi sembra che la situazione possa essere risolta con il buonsenso». La chiave potrebbe arrivare dai tagli che nel 2012 il governo Monti “spalmò” su più annualità: nel prossimo anno le Regioni dovrebbero rinunciare a 2,2 miliardi di euro, se si riuscisse ad assorbire qualcosa da quei tagli l’intesa potrebbe essere alla portata.

Se Chiamparino lavora a una convergenza, però, altri governatori gettano benzina sul fuoco. «Il nostro giudizio è assolutamente negativo» ha detto per esempio ieri il governatore del Veneto, Luca Zaia «siamo sulle barricate: si vuole tagliare il 36% della spesa regionale senza preoccuparsi di eliminare gli sprechi veri applicando i costi standard dove davvero si buttano via i soldi». «Oggi siamo ai limiti della sussistenza» ha aggiunto il presidente della Liguria, Giovanni Toti «oltre questi tagli non possiamo garantire quello per cui le Regioni esistono. Di questo passo garantire i servizi ai cittadini sarà molto difficile».

Intanto dal Senato giunge un nuovo “puntello” alle tesi delle Regioni. Ieri, infatti, l’Aula ha approvato il parere di Palazzo Madama alla nota di aggiornamento del Def con l’emendamento firmato da Emilia De Biasi (Pd, presidente della commissione Igie e sanità), che impone «la salvaguardia dei livelli essenziali delle prestazioni sanitarie e sociali, assicurando qualità e quantità dei servizi». (AS)

Notizie correlate

16/03/2017

Saitta (Regioni): trattativa per la Convenzione al via entro l’estate

«La nostra speranza è che la trattativa vera e propria per il rinnovo della Convenzione tra farmacie e Ssn possa aprirsi prima dell’estate». L’augurio arriva da Antonio Saitta, coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni, il “tavolo” che riunisce gli assessori alla Sanità e fissa le direttive politiche dell’atto d’indirizzo...
14/03/2017

Stefanelli: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui...
24/02/2017

Fondo sanitario, ok al riparto: quota indistinta a 109,2 miliardi

Otto miliardi di euro al Piemonte, quasi nove al Veneto e alla Sicilia, 10 al Lazio, quasi 12 alla Lombardia. Sono alcune delle cifre che spiccano dal riparto del Fondo sanitario nazionale per il 2017, messo a punto ieri dalle Regioni e ora in viaggio...
04/02/2017

Tagli spesa,Regioni divise.Tdm,Fimmg,Federfarma: non paghi Ssn

Le Regioni ritrovino l’unità e scongiurino l’eventualità che al budget del Ssn per il 2017 possano essere tolti 420 milioni di euro. E’ l’auspicio lanciato dalla presidente di Federfarma, Annarosa Racca, in risposta alle voci che da un paio di giorni stanno...
10/11/2016

Manovra, le Regioni chiedono modifiche a riordino tetti

Se ancora c’era qualche dubbio, ieri è stato fugato: il riordino dei tetti sulla spesa farmaceutica abbozzato dalla Manovra per il 2017 rappresenta – in quindici anni di 405/2001 – il primo vero tentativo da parte di un governo centrale di arginare...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni