Edicola

Vaccini in farmacia, emendamento allinea Italia a Uk e Francia

08/07/2017 06:28:01
L’emendamento D’ambrosio Lettieri, Mandelli, Rizzotti che autorizza la somministrazione dei vaccini in farmacia non apre scenari inediti né rende l’Italia un caso unico nel mondo. Perché, soltanto in Europa, sono ben nove i Paesi nei quali da tempo ci si può vaccinare in farmacia, tra i quali il Regno Unito (dal 2002), il Portogallo (dal 2007) e l’Irlanda (dal 2011). Nell’insieme, si tratta di esperienze che hanno in comune innanzitutto le motivazioni iniziali: in tutti i Paesi, le farmacie sono state coinvolte con l’obiettivo di agevolare l’accesso ai vaccini, in modo da accrescere nel tempo i tassi di copertura. I dati e le verifiche sul campo dimostrano che la strategia ha funzionato: agli autori di una ricerca condotta nel 2015 in Inghilterra, il 19% degli individui che si sono vaccinati in farmacia (contro l’influenza) ha rivelato che non l’avrebbe fatto se avesse dovuto recarsi in un ambulatorio. Un altro studio dello stesso anno, ha misurato che nel Regno Unito e in Irlanda il 20 e il 23% rispettivamente delle persone vaccinate in farmacia erano alla loro prima profilassi. In altri termini, le farmacie consentono di raggiungere una platea di individui più ampia.

Lo stesso principio è stato sostenuto dalla Fip (la Federazione farmaceutica internazionale) al suo 76° Congresso mondiale, ospitato l’estate scorsa a Buenos Aires. In un rapporto, l’associazione ha calcolato che se tutti i Paesi del mondo si affidassero alle farmacie per le loro campagne vaccinali, si riuscirebbe a proteggere una persona su otto. I numeri diffusi di recente dal Nhs sull’ultima stagione influenzale avvalorano le stime della Fip: nell’ambito della campagna 2016-2017 sono stati somministrati più di 950mila vaccini in 8.451 farmacie, ossia circa un terzo degli esercizi farmaceutici in attività. Rispetto alla stagione precedente il numero delle persone vaccinate è cresciuto del 60%, quello delle farmacie partecipanti di circa 1.200 unità.

Mira agli stessi effetti la sperimentazione che, dalla prossima stagione influenzale, coinvolgerà le farmacie francesi. Le basi le aveva gettate a dicembre la legge per il finanziamento della sanità pubblica, un paio di mesi fa era poi arrivato il decreto attuativo del ministero della Salute: la sperimentazione, triennale, riguarderà 4mila esercizi delle due regioni di Nuova Aquitania e Auvergne Rhône-Alpes, ma l’ordine dei farmacisti transalpino vorrebbe estenderla al più presto a tutte le farmacie francesi. Vaccineranno direttamente i farmacisti, dopo un corso di formazione specifico, ma soltanto chi non è alla sua prima iniezione e non appartiene alle fasce a rischio. «L’obiettivo della sperimentazione» ha detto Olivier Rozaire, presidente dell’Unione regionale farmacisti  Auvergne-Rhône-alpes in un convegno a Lione risalente al mese scorso «non è quello di permetterci di vaccinare al posto degli altri sanitari, ma accrescere la platea dei vaccinati». Lo stesso obiettivo dell’emendamento Mandelli al ddl vaccini. (AS)

Notizie correlate

14/09/2020

Vaccinazione antinfluenzale: inadeguata la quota destinata alla popolazione attiva

La decisione di destinare alla distribuzione in farmacia solo l’1,5% dei vaccini antinfluenzali acquisiti dalle Regioni non garantisce una risposta adeguata ai bisogni della popolazione attiva: appare del tutto insufficiente rendere disponibili solo 250.000 dosi a fronte di un fabbisogno stimato tra 1,2 e 1,5 milioni di dosi.  A questo proposito, come scrive il Ministero della salute nel documento proposto alla Conferenza Stato-Regioni e da questa approvato...
08/09/2020

Vaccini antinfluenzali e test sierologici: proficuo incontro al Ministero della salute

Il Ministero della salute proporrà alla Conferenza Stato-Regioni del 10 settembre prossimo una rimodulazione delle quote dei vaccini antinfluenzali acquisiti dalle Regioni, in modo da soddisfare tramite le farmacie anche la richiesta dei cittadini che, pur non rientrando tra i soggetti aventi diritto alla vaccinazione a carico del SSN, vorranno...
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
05/09/2017

Vaccini, intesa Puglia-Federfarma per certificazione in farmacia

Da ieri in Puglia ci pensano le farmacie a certificare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte dei bambini fino a sei anni di età. E’ quanto prevede l’intesa raggiunta da Regione e Federfarma per semplificare gli adempimenti burocratici richiesti alle famiglie...
29/07/2017

Il decreto vaccini è legge. Prenotazioni Cup in farmacia

Nonostante i no-vax accampati in piazza, la Camera dice sì alla conversione in legge del decreto vaccini accogliendo la richiesta di fiducia presentata dal Governo. E’ l’esito del voto con cui ieri Montecitorio ha licenziato senza modifiche il testo approvato da...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni