Edicola

Dichiarazione precompilata, Federfarma contro minaccia sanzioni

10/10/2015 00:12:50
Federfarma chiederà urgenti chiarimenti sul decreto legislativo che minaccia sanzioni in caso di mancata o errata trasmissione dei dati per la dichiarazione precompilata dei redditi. Il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 7 ottobre e modifica l’articolo 3 del D.lgs 175/2014 sulla Semplificazione fiscale (in attuazione della Legge delega): si tratta, come noto, della norma che introduce la cosiddetta dichiarazione precompilata, grazie alla quale alcune categorie di contribuenti hanno potuto già da quest’anno evitare commercialisti e Caf. Dall’anno prossimo, nel modello precompilato verranno portate automaticamente in detrazione/deduzione anche le spese sanitarie, motivo per cui da quest’anno operatori e strutture sanitarie sono tenuti a inviare all’Agenzia delle Entrate i dati necessari. Nel caso delle farmacie, l’operazione consiste nella trasmissione dello scontrino parlante, incombenza per la quale Federfarma, Sogei, Ministeri e Agenzia delle Entrate hanno passato qualche mese a definire le procedure tecniche.

Le sanzioni comminate dal decreto di giovedì scorso, quindi, rappresentano una novità inopportuna e inaccettabile. E decisamente spropositata: in caso di omessa, tardiva o errata trasmissione dei dati, infatti, gli operatori rischiano una sanzione di 100 euro per ogni comunicazione, fino a un massimo di 50mila. Nei casi di errata comunicazione, la sanzione non si applica se la correzione viene effettuata entro i cinque giorni successivi alla scadenza oppure, in caso di segnalazione da parte dell'Agenzia delle Entrate, nei cinque successivi alla segnalazione stessa. Se la comunicazione è correttamente trasmessa entro sessanta giorni dalla scadenza prevista, la sanzione è ridotta a un terzo fino a un massimo di 20mila euro.

E’ quasi certo che la norma, anche per il modo in cui è formulata, scatenerà proteste e resistenze da parte di tutti i soggetti che partecipano all’invio dati: quindi, farmacie a parte, medici convenzionati e non, ambulatori, cliniche, ospedali e via di seguito. Neanche Federfarma resterà a guardare: in sindacato, infatti, ha già fissato una serie di incontri a livello politico e Ministeriale per affrontare la questione e chiedere chiarimenti. In base alle risposte ricevute, valuterà poi le azioni da mettere in campo perché il provvedimento venga riscritto. (AS)

Notizie correlate

15/02/2017

730 precompilato, nel 2016 da farmacie più di 600 mln di scontrini

Ammontano quasi certamente a più di 600 milioni gli scontrini fiscali emessi nel 2016 dalle farmacie del territorio e inviati all’Agenzia delle Entrate per la prossima dichiarazione precompilata dei redditi. E’ la stima che si ricava da una proiezione dei dati forniti da Promofarma, la società informatica di Federfarma...
10/02/2016

730 precompilato, positivo il bilancio del primo invio

Undici milioni tra scontrini e fatture per il 730 precompilato di quest’anno, il primo a riportare tra le detrazioni le spese sanitarie sostenute dal contribuente. E’ quanto contenuto nei dati trasmessi entro la scadenza di ieri dalle farmacie che hanno delegato...
23/01/2016

730 precompilato, da Federfarma chiarimenti su detraibilità e privacy

Il ticket, sulla ricetta Ssn e sul prezzo di rimborso dell’equivalente (differenza a carico dell’assistito); tutti i farmaci acquistati privatamente, compresi omeopatici e veterinari; i prodotti di protesica integrativa e i dispositivi medici con marcatura CE; infine, le prestazioni di servizio come autoanalisi, esami in telemedicina e così via...
20/01/2016

Spese per farmaci per il 730 precompilato, i chiarimenti di Federfarma

Federfarma ha da subito creduto e condiviso l’obiettivo del Governo di semplificare la vita ai cittadini con la realizzazione del 730 precompilato, che prevede l’invio da parte delle farmacie all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle spese detraibili sostenute per l’acquisto di farmaci e dispositivi medici...
12/12/2015

Dichiarazione precompilata, rinvio di un anno delle sanzioni

Slittano di un anno le sanzioni sull’invio degli scontrini fiscali per il 730 precompilato, anche se limitatamente ai casi di «lieve tardività o di errata trasmissione dei dati». E’ quanto prevede uno degli emendamenti al ddl Stabilità approvati dalla commissione...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni