Edicola

Rapporto Censis, famiglie allo stremo per i tagli al welfare

10/12/2012 16:43:04
Un paese allo stremo. Ecco la fotografia dell’Italia che arriva dal 46° Rapporto annuale del Censis sulla situazione sociale nel Paese, presentato stamattina a Roma. E’ un’analisi dalle tinte forti: da un lato cresce la distanza tra paese legale e paese reale, con il primo sempre meno capace di cogliere i reali bisogni del secondo; dall’altro prosegue la “ritirata” del welfare pubblico il cui vuoto viene ancora una volta coperto dalla spesa privata. Lo scenario, in sostanza, è quello di «un trasferimento del costo della tutela sociale verso i bilanci familiari, con intensità differenziate nei vari comparti, ma univoche nella direzione» a causa di politiche dirette a ripristinare la «sostenibilità finanziaria del bilancio pubblico».
Gli effetti? Come spiega il Rapporto, sono sempre più evidenti «segnali di fuoriuscita dalla tutela, cittadini che di fronte al costo di prestazioni sanitarie semplicemente rinunciano oppure di fronte al costo degli strumenti di previdenza complementare dicono "ci penserò più avanti" e rinviano». A pagare il conto più salato sono le famiglie “caregiver”, quelle cioè alle prese con parenti affetti da cronicità e non autosufficienza: la spesa annua va dai 6.043 euro dell’ictus ai 6.884 euro di un tumore ai 10.547 euro dell’ alzheimer.
Come uscirne? Per il Censis occorrerebbero investire su quel «giacimento forse unico di competenze molto diversificate tra loro» costituito dai 724mila operatori della Sanità italiana: è uno dei maggiori bacini occupazionali del nostro Paese e offre interessanti opportunità occupazionali, come dimostra il Censis confrontando i dati italiani con quelli di Paesi come l'Olanda e la Francia. Ma prima sarebbe necessaria una riprogrammazione degli accessi all’università e invece gli atenei «vivacchiano con il numero chiuso, che per gli italiani è una vera iattura». E questa è solo la punta di un iceberg - la Sanità italiana - afflitto da modelli organizzativi e gestionali che stentano a valorizzare la professionalità e da un «controllo politico giudicato soffocante e tra le prime cause primarie di inefficienze e sprechi».

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni