Edicola

Crisi: Tremonti riferisce alle commissioni parlamentari

11/08/2011 16:01:09
Il Ministro dell’economia Giulio Tremonti è intervenuto stamani davanti alle Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio di Camera e Senato per illustrare le ipotesi di intervento del Governo per fronteggiare la grave situazione di crisi finanziaria che sta interessando in particolare il nostro Paese. L’audizione del Ministro fa seguito all’incontro tra Governo e parti sociali, tenutosi ieri, in occasione del quale il Governo si è mantenuto sulle linee generali, senza entrare nel dettaglio delle misure da varare.
Il Ministro Tremonti ha ipotizzato tre fronti di intervento: inserimento nella Costituzione dell’obbligo del pareggio di bilancio; anticipo al 2013 del pareggio del bilancio, previsto dalla recente manovra finanziaria per il 2014, e relative misure di contenimento della spesa e rilancio dell’economia; modifica dell’articolo 41 della Costituzione in materia di libertà d’impresa, per favorire l’avvio delle liberalizzazioni.
Per quanto riguarda le possibili misure di contenimento della spesa, il Ministro ha illustrato sommariamente le “indicazioni” contenute nella nota confidenziale inviata dalla Banca Centrale Europea al Governo italiano, tra cui figurano interventi sul fronte previdenziale e del mercato del lavoro, privatizzazioni e liberalizzazioni. Tremonti ha sottolineato che il Governo si riserva di valutare quali dei suggerimenti provenienti dall’Europa accogliere e in che termini.
Per quanto riguarda le liberalizzazioni, il Ministro dell’economia ha evidenziato l’esigenza di procedere preliminarmente a una modifica dell’articolo 41 della Costituzione che impone una serie di vincoli e controlli sull’attività economica pubblica e privata e che, secondo Tremonti, ha determinato negli anni un sistema giuridico troppo complesso “tanto da aver creato un nuovo medioevo”. Solo a seguito di una modifica della Costituzione si potrebbe costruire un sistema diverso, meno restrittivo.
È evidente che un intervento di questo tipo richiede tempi lunghi e una preventiva consultazioni dei soggetti interessati.
Alle parole del Ministro sono seguiti gli interventi degli esponenti di tutti i gruppi parlamentari, rappresentanti in gran parte dai segretari dei partiti, tra i quali Bersani per il PD, Alfano per il PDL, Casini per l’UDC, Di Pietro per l’Italia dei Valori.
Nei vari interventi è emerso più volte il richiamo alla necessità di procedere a privatizzazioni dei servizi pubblici locali e a liberalizzazioni, senza richiami specifici a singoli settori; solo Bersani ha ricordato le proposte del PD in materia di farmaci, mentre Casini ha citato le farmacie tra i settori in cui intervenire.
Nel pomeriggio di oggi il Presidente del Consiglio Berlusconi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Letta e il Ministro Tremonti saliranno al Quirinale per illustrare i possibili interventi che dovrebbero essere varati con un decreto-legge all’ordine del giorno di un Consiglio dei Ministri previsto per la prossima settimana.
Per quanto riguarda le misure che potrebbero essere varate nel settore sanitario, le indiscrezioni pubblicate sulla stampa parlano di un anticipo dell’applicazione del meccanismo dei costi standard per il finanziamento del SSN e dell’introduzione di un ticket sui primi tre giorni di ricovero.

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni