Edicola

Sisma: in arrivo da Federfarma sette container, ma ne servono ancora

11/11/2016 05:39:57
Sono sette i container che Federfarma si appresta a inviare nel maceratese per dare un tetto alle farmacie rese inagibili dal sisma di fine ottobre. I primi cinque, già acquistati con fondi della Federazione, dovrebbero cominciare ad arrivare dalla prossima settimana, gli altri due – già ordinati – dovrebbero seguire subito a ruota. Questa almeno è la stima del momento, perché su tutte le tempistiche grava l’incertezza che immancabilmente accompagna la cosiddetta fase del “post-emergenza”. Testimonia in tal senso la vicenda della farmacia di Visso, alla quale il 4 novembre era stato inviato uno dei due primi container reperiti da Federfarma: a una settimana di distanza la struttura risulta installata ma non ancora occupata, perché mancano gli arredi interni che ancora devono arrivare. «Si pensava di utilizzare quelli della farmacia» spiega Pasquale D’Avella, presidente di Federfarma Marche «ma non è stato possibile».

Il risultato è che il ripristino del servizio farmaceutico nelle zone terremotate procede a piccoli passi. «Se non altro il bilancio rimane invariato» prosegue D’Avella «con 14 esercizi inagibili nel marchigiano». Quella che sta meglio rimane la farmacia di Montegallo, in provincia di Ascoli, in un container (reperito da Federfarma Lombardia) fin da settembre perché lesionata dalle scosse di assestamento del terremoto di agosto. «Le altre si arrangiano come possono con i camper della protezione civile e il supporto dei farmacisti volontari» prosegue D’Avella «ma sono soluzioni provvisorie e insufficienti. Federfarma si sta prodigando con ogni mezzo, ma ancora non si trovano container a sufficienza per tutti».

Intanto resta aperta (fino al 30 novembre) la raccolta fondi lanciata a settembre da Federfarma nazionale per sostenere i farmacisti colpiti dal sisma. I contributi vanno inviati tramite bonifico sul conto corrente 9064 aperto presso Banca Intesa San Paolo, iban IT19K 03069 03299 1000 0000 9064, con la causale “Raccolta fondi in favore delle farmacie danneggiate dal terremoto del 24 agosto 2016”. «Siamo vicini ai colleghi delle zone disastrate» commenta la presidente del sindacato titolari, Annarosa Racca «continua la ricerca di container per dare un riparo alle farmacie in stato di inagibilità e rinnoviamo il nostro invito alle organizzazioni territoriali di Federfarma perché contribuiscano agli aiuti». Ieri la Federazione ha richiesto alle tre associazioni provinciali coinvolte dal terremoto una mappatura dei bisogni per disporre di un quadro dettagliato del materiale da inviare. (AS)

Notizie correlate

30/08/2017

Terremoto, un anno dopo: i numeri e l’impegno di Federfarma

A un anno esatto dalla prima delle scosse che tra l’agosto e l’ottobre del 2016 hanno portato la devastazione in quattro regioni dell’Italia centrale (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), sono una ventina le farmacie del territorio che ancora non hanno...
07/04/2017

Decreto terremoto: benefici per comunità colpite

La norma del decreto terremoto che, nelle Regioni colpite dal sisma, autorizza le farmacie a dispensare i medicinali della diretta non rappresenta soltanto un intervento tangibile a favore delle comunità locali, ma servirà anche a dimostrare che il Ssn può far fare...
08/03/2017

Farmacie terremotate, emendamento per dpc “d’ufficio”

Nei comuni terremotati e nelle rispettive province, le farmacie del territorio provvederanno alla alle distribuzione per conto dei medicinali normalmente forniti in via diretta dalle Asl, nelle modalità e condizioni economiche previste dagli accordi regionali sulla dpc...
20/01/2017

Zone terremotate: farmacie aperte al servizio dei cittadini

Federfarma esprime grande solidarietà alle famiglie delle vittime di questo ennesimo terremoto e alle popolazioni colpite dal sisma che vivono situazioni drammatiche, peggiorate dal freddo intenso di questi giorni e dalla neve che ostacola i soccorsi. La Federazione è anche vicina ai tanti colleghi farmacisti che, pur tra mille difficoltà...
15/12/2016

Sisma, i piani di Federfarma per salvare le farmacie delle zone spopolate

Con la raccolta fondi che ha consentito di devolvere più di 192mila euro alle farmacie colpite dal doppio sisma del centro-Italia, Federfarma ha messo in campo un impegno encomiabile. Tuttavia, molti titolari di Umbria, Marche e Lazio continuano a soffrire per le conseguenze del sisma e hanno ancora bisogno di aiuto, non solo economico ma anche legislativo. E’ il quadro emerso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni