Edicola

Ossigeno, il Ministero bacchetta chi scavalca la farmacia

12/02/2014 00:38:57
La riforma del Titolo V della Costituzione affida alle Regioni la programmazione dei servizi sanitari locali in funzione dei Lea (i Livelli essenziali di assistenza), ma le scelte organizzative che ne derivano devono tenere in conto non solo «l’aspetto economico», ma anche «le esigenze della popolazione» e «l’effettiva presa in carico dei pazienti». E’ quanto si legge nella lettera che il ministero della Salute, Direzione generale della programmazione sanitaria, ha inviato nei giorni scorsi alla Regione Molise per riparlare di distribuzione dell’ossigeno terapeutico. La vicenda si trascina da più di un anno con i titolari molisani in mobilitazione permanente dall’estate scorsa: colpa di una delibera del 2012 che toglieva alle farmacie la distribuzione dell’ossigeno terapeutico, per assegnarla mediante gara a un fornitore privato che avrebbe effettuato anche il recapito a domicilio. Nell’estate scorsa Federfarma Molise prese carta e penna per chiedere al Ministero se se fosse legittimo privare le farmacie di un servizio tanto importante e a luglio la Salute rispose, chiedendo alla Regione il testo della delibera e ricordando che l’ossigeno, in quanto farmaco, può essere dispensato soltanto dal farmacista.
A più di sei mesi da quell’intervento non si sono registrate marce indietro da parte dell’assessorato alla Sanità (anzi, il nuovo appalto ha cominciato a essere applicato progressivamente, con i pazienti che passano alla fornitura domiciliare quando scatta il rinnovo del piano terapeutico) e allora il Ministero è tornato alla carica con una seconda lettera: nella quale, con toni diplomatici, si ricorda che la Regione ancora non ha inviato il testo della delibera “incriminata”, che l’ossigeno continua a essere un farmaco e quindi è sempre necessaria la presenza del farmacista per distribuirlo e, infine, che riorganizzazioni e tagli per rientrare dal deficit vanno bene, ma non si possono ignorare le esigenze della popolazione e la presa in carico del paziente, soprattutto dove la geografia del territorio impone cautela. Un avvertimento, vale la pensa dirlo, che può essere speso anche al di là dei confini molisani e che non suona opportuno soltanto per l’integrativa, ma anche per la distribuzione diretta.
Per Federfarma regionale, intanto, questa seconda lettera rappresenta un altro punto a favore delle farmacie: «Ora» commenta soddisfatto il presidente dei titolari molisani, Luigi Sauro «voglio vedere quali giustificazioni addurrà la Regione, visto che l’alibi del risparmio non ce l’ha più». Nell’attesa il sindacato rimane in mobilitazione permanente: «Questa battaglia la combattiamo fino in fondo» conferma Sauro «siamo di fronte a un attacco alla farmacia che non può passare». Con questo spirito, Federfarma aveva inviato nelle settimane scorse una lettera all’Anci, l’Associazione nazionale del comuni italiani, per denunciare la spoliazione dei servizi sul territorio; in risposta, Anci e sindaci molisani avevano espresso preoccupazione per i destini di due reti sociali essenziali come le farmacie e le poste. (AS)

Notizie correlate

30/01/2018

Ossigeno terapeutico, domani termine per riempimento bombole

Scade domani, 31 gennaio, l’ultima proroga concessa dall’Aifa per permettere alle aziende produttrici di gas medicinali di riempire le bombole di proprietà di terzi. A ricordarlo, in una circolare, è Federfarma che precisa però come questo termine riguardi...
11/10/2017

Ossigeno, il Ministero: illegittimo imporre cauzioni sulle bombole

Le norme vigenti non consentono alle aziende produttrici di ossigeno terapeutico di fatturare alle farmacie il noleggio o la cauzione delle bombole. E’ quanto chiarisce il ministero della Salute nella nota recapitata venerdì a Federfarma per rispondere ai quesiti...
07/09/2017

Incontro Salute-Federfarma, convenzione e ossigeno i temi sul tappeto

Si è parlato soprattutto dei problemi che continuano a gravare sulla dispensazione dell’ossigeno medicale in farmacia e di risorse da mettere nel rinnovo della Convenzione (con la trattativa tra Sisac e sindacati di categoria al via da stamattina) nell’incontro che ieri ha visto una delegazione di Federfarma, guidata dal presidente Marco Cossolo...
21/06/2017

Ossigeno, Federfarma ottiene rinvio e chiede un tavolo

Viene incontro alle richieste formulate più volte da Federfarma – l’ultima soltanto una settimana fa – la comunicazione con cui ieri l’Aifa ha rinviato ulteriormente, dal 30 giugno al 31 gennaio 2018, il termine dal quale i produttori di gas medicali non possono più...
23/12/2016

Ossigeno, disposizioni rinviate dall’Aifa sul filo di lana

Quasi sul filo di lana, scatta un’altra proroga di sei mesi sulla disposizione dell’Aifa che vieta ai produttori di gas medicali di riempire bombole appartenenti ad altri (farmacie, distributori, ospedali, case di cura, autoambulanze eccetera). E’ quanto riporta la...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni