Edicola

Governance, Racca: proposta Regioni vecchia e autoreferenziale

12/05/2016 06:18:07
Le proposte avanzate dalle Regioni per riformare la governance del farmaco non fanno che riproporre schemi ormai inadeguati. Ed esprimono una visione dell’assistenza farmaceutica inappropriata e autoreferenziale. E’ il giudizio con cui Federfarma boccia il pacchetto di misure approvato la settimana scorsa dalla Conferenza delle Regioni nel quadro del confronto con il governo al tavolo su spesa e politiche del farmaco. Tra le proposte dei governatori, come si ricorderà, spiccava una riorganizzazione dei tetti sulla farmaceutica non più per canali distributivi (ospedale e territorio) ma per modalità di acquisto da parte del Ssn: da un lato la spesa per i farmaci rimborsati in regime convenzionato, che passano dalle farmacie del territorio, dall’altra quella per i medicinali acquistati mediante gara centralizzata, che transitano da ospedale e distribuzione diretta/dpc.

«E’ una proposta deludente e inaccettabile» è il commento della presidente di Federfarma, Annarosa Racca «perché non offre un futuro alle dinamiche della spesa farmaceutica. Nessuno nega che i costi dei farmaci di ultima generazione pongano al Ssn un problema di sostenibilità, ma la soluzione che arriva dalle Regioni manca totalmente originalità e ignora del tutto la prospettiva del paziente». Un paziente sul quale oggi si scaricano i costi di accesso al farmaco innovativo, riservato alla distribuzione ospedaliera o Asl. «Il risultato» continua la presidente Racca «è che i malati cronici domiciliarizzati devono fare avanti e indietro dalle strutture pubbliche per ritirare i medicinali di cui hanno bisogno, con perdite di tempo e denaro spesso consistenti. E poi ci sono gli sprechi, perché ospedale o Azienda sanitaria dispensano a ogni visita forniture per tre o sei mesi, e quindi il rischio di farmaci poi inutilizzati, avanzati o assunti inappropriatamente».

Per Federfarma, in sostanza, una vera riforma della governance farmaceutica dovrebbe passare da un radicale cambio di paradigma: «Anziché due tetti distinti per modalità di acquisto» prosegue Racca «servirebbe un sistema di governance costruito sul paziente, orientato cioè a rispondere ai bisogni reali di chi è malato. Se l’assistito è in cura a casa propria, il farmaco deve passare dalle farmacie del territorio, lo sportello del Ssn che non ha eguali per capillarità e prossimità. Se invece è in terapia ospedaliera, i farmaci devono passare dalle strutture pubbliche». (AS)

Notizie correlate

21/03/2017

Farmacistapiù, Racca: già raccolta la sfida su cronicità e servizi

La distribuzione diretta va ridimensionata trasferendo alla convenzionata tutti i farmaci di uso consolidato e a brevetto scaduto, nonché quelli il cui prezzo rende comunque più conveniente la dispensazione in farmacia. E non solo: terminata la “potatura"...
16/03/2017

Saitta (Regioni): trattativa per la Convenzione al via entro l’estate

«La nostra speranza è che la trattativa vera e propria per il rinnovo della Convenzione tra farmacie e Ssn possa aprirsi prima dell’estate». L’augurio arriva da Antonio Saitta, coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni, il “tavolo” che riunisce gli assessori alla Sanità e fissa le direttive politiche dell’atto d’indirizzo...
14/03/2017

Stefanelli: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui...
04/02/2017

Tagli spesa,Regioni divise.Tdm,Fimmg,Federfarma: non paghi Ssn

Le Regioni ritrovino l’unità e scongiurino l’eventualità che al budget del Ssn per il 2017 possano essere tolti 420 milioni di euro. E’ l’auspicio lanciato dalla presidente di Federfarma, Annarosa Racca, in risposta alle voci che da un paio di giorni stanno...
02/02/2017

Distribuzione diretta, lunedì prima seduta del gruppo Aifa

Sarà lunedì prossimo, 6 febbraio, la prima seduta del gruppo di lavoro sulla distribuzione diretta istituito due settimane fa dal Tavolo del ministero dello Sviluppo economico sulla farmaceutica. Lo ha comunicato ieri l’Aifa con una lettera di convocazione inoltrata alle Regioni, ai ministeri (Mise e Salute) e alle sigle della filiera direttamente interessate al tema. «L’incontro» scrive l’Agenzia...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni