Edicola

Spesa, dalla Corte dei conti altra tirata d'orecchie a Regioni

12/09/2013 11:21:03
Già il nostro Paese spende per la Sanità meno degli altri (in proporzione al Pil). Se poi da questi risicati stanziamenti le Regioni distraggono risorse che finiscono in altre voci di bilancio, allora è ovvio che poi la coperta si fa corta. Eppure è proprio questo che succede a leggere l’ultima relazione della Corte dei conti sulla gestione finanziaria dei governi regionali, di cui il Sole 24 Ore Sanità offre ampie anticipazioni. Nel documento non mancano le note positive: patti per la salute, monitoraggi e piani di rientro stanno riuscendo – negli anni e non senza fatica – a contenere i disavanzi sulla spesa sanitaria, che comunque rappresenta il 77% della spesa corrente delle Regioni. Ma lascia perplessi la crescente tendenza di diverse amministrazioni di “dirottare” fondi dalla Sanità ad altre voci di spesa. La Corte dei conti fa qualche esempio che lascia il segno: il Piemonte per cominciare, dove si registrarono ritardi nei rimborsi alle farmacie da parte di diverse Asl tra l’autunno e l’inverno del 2012, ha cancellato dal bilancio 900 milioni destinati proprio alle aziende sanitarie; il Molise ha tolto 19 milioni al Servizio sanitario regionale per coprire le rate di un mutuo trentennale con l’Economia.
Risultato? Per i magistrati contabili, le politiche di contenimento avrebbero dato risultati migliori. Anche se quelli che si registrano sono già interessanti: nel 2012 la spesa consuntiva si è rivelata di circa 2,7 miliardi alle previsioni ed è in calo (in valori assoluti) da due anni dopo incrementi medi del 2,7% nel periodo 2007-2010. Il rovescio della medaglia, però, è dato dalla fonte dei risparmi di cui tali cifre sono il sunto: la farmaceutica convenzionata è quella che registra il calo maggiore, -24% dal 2000 al 2012; la spesa per il personale invece è cresciuta del 29% nello stesso periodo e quella per beni e servizi (dove, come si sa, grava la spesa per diretta e ospedaliera) del 62%. Sono cifre da intagliare nel legno del tavolo al quale stato e regioni stanno discutendo del nuovo patto per la salute. (AS)

Ultime notizie

16/07/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma, su operazione Nas Bari

“Mi auguro che i farmacisti destinatari delle perquisizioni effettuate dai Carabinieri del NAS su incarico della Procura di Bari possano dimostrare la loro estraneità ai gravissimi fatti contestati. In caso contrario Federfarma, che condanna fermamente ogni comportamento illecito, è pronta a costituirsi parte civile negli eventuali processi che dovessero aprirsi nei confronti...
30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni