Edicola

Governo rassicura: in Sanità solo lotta agli sprechi

12/09/2014 00:24:04
«La Sanità non si taglia», avvertono le Regioni. «Miriamo soltanto a colpire gli sprechi» rassicura la Presidenza del consiglio. Si riscalda il clima attorno alla spending review dopo la riunione di governo che non c’è stata, quella dell’altro ieri alla quale i ministri avrebbero dovuto arrivare con il quaderno dei conti e dei risparmi. Capito che qualcuno avrebbe marcato visita, il premier ha aggiornato l’incontro a lunedì e ha distribuito ai colleghi di governo i compiti a casa: ogni dicastero dovrà tagliare la spesa di propria competenza del 3%. Per la Salute significano tre miliardi di euro, un traguardo irraggiungibile a tagliare soltanto sulle spese di funzionamento del Ministero. Se ne sono subito rese conto le Regioni, che ieri mattina hanno lanciato a Renzi l’altolà: «Con il Governo abbiamo siglato in agosto un patto d'onore sulla sanità» ha avvertito il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino «nel quale si prevedeva da parte nostra il riordino dei servizi sanitari entro la fine dell'anno e da parte del governo l'impegno a un fondo sanitario nazionale di 109 miliardi, con un aumento di 2,5 miliardi l'anno per il 2015 e 2016. Se il governo viene meno a questi impegni si rompe il rapporto di fiducia».
Sulla stessa linea anche Massimo Garavaglia, coordinatore degli assessori regionali al Bilancio delle Regioni: «Tagliare dopo che per settimane è stato detto che la sanità era stata messa in sicurezza sarebbe una sconfitta per il Governo» è il commento «il rischio poi sarebbe una riduzione dei servizi e un aumento dei ticket». Critico anche il governatore del Veneto, Luca Zaia: «Qui da noi ridurre ancora la spesa equivarrebbe inevitabilmente a tagliare l'assistenza agli utenti. Ci pensino bene, prima che si metta in moto una vera rivolta».
Nel pomeriggio, quindi, le rassicurazioni del governo: «Nessuno vuole operare altri tagli nella sanità» è la dichiarazione attribuita dalle agenzie a fonti di Palazzo Chigi «ma allo stesso tempo nessuno vuole gli sprechi». Parrebbe la conferma indiretta alle ipotesi avanzate da alcuni giornali, secondo le quali i tagli ci saranno ma andranno a colpire non i servizi sanitari quanto piuttosto gli acquisti. Comunque sia, i chiarimenti di Palazzo Chigi raggiungono l’obiettivo: «Prendo atto con soddisfazione delle precisazioni» è la replica diffusa in serata da Chiamparino «voglio chiarire che un conto è dire che bisogna risparmiare nella Sanità attraverso la riorganizzazione e modernizzazione - e su questo noi ci siamo impegnati sottoscrivendo il Patto per la salute – un altro se si vuole ridurre il fondo sanitario. Questo incontrerebbe la nostra opposizione».
Intanto anche Federfarma prenda nota delle parole del governo: «Se l’obiettivo è la lotta agli sprechi nessuna obiezione, anzi» osserva la presidente del sindacato, Annarosa Racca «ma dev’essere chiaro che altri tagli impoverirebbero il servizio e la qualità dell’assistenza, anche farmaceutica. Le farmacie chiedono soltanto di poter continuare a lavorare per il bene della collettività». (AS)

Notizie correlate

22/09/2015

Aggiornamento Def senza tagli, per il 2016 113,3 miliardi al Ssn

Ammonterà a 113,3 miliardi di euro il budget che il Servizio sanitario nazionale avrà a disposizione per il 2016. Lo mette nero su bianco la nota di aggiornamento al Def (il Documento di economia e finanza) approvata dal Consiglio dei Ministri...
18/09/2014

Spending review, Lorenzin: taglio 3% solo su spese del Ministero

La disposizione della Presidenza del consiglio perché ogni dicastero riduca del 3% le proprie uscite impatterà «sui capitoli di spesa del ministero della Salute e non sul Fondo sanitario nazionale». Lo ha detto ieri a chiare lettere lo stesso ministro della Salute...
13/09/2014

Spending review, Lorenzin smorza i toni: nessun taglio al Ssn

«Al momento non è previsto nessun taglio di tre miliardi al Fondo sanitario nazionale». Ci si mette anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a raffreddare il clima attorno alla spending review e ai 20 miliardi di risparmi che il governo intende ricavarci...
19/03/2014

Spending review: per la Sanità sacrifici contenuti

Anche la Sanità dovrà sacrificare qualcosa sull’altare della spending review. Ma i risparmi che ne deriveranno rimarranno nella disponibilità del Ssn e comunque il sistema sta in piedi, non ha bisogno di massicce riorganizzazioni. La valutazione è di Carlo Cottarelli...
18/11/2013

Spending review: presentato il piano, per ora non si parla di Sanità

Un miliardo e mezzo già dall’anno prossimo e una trentina nel triennio 2015-2017. Sono i risparmi che dovranno arrivare dalla spending review secondo il piano metodologico messo a punto oggi nella riunione del Comitato interministeriale, presenti il...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni