Edicola

Cure antalgiche, oppioidi ancora penalizzati da preconcetti

12/12/2013 23:42:24
Cresce la fiducia degli operatori e l'interesse dei pazienti per i farmaci oppiacei nelle terapie antalgiche. Eppure, ogni dieci analgesici prescritti uno solo appartiene alla classe degli oppioidi mentre sette sono antinfiammatori non steroidei, anche quando il dolore è cronico e le cure protratte nel tempo. E se c’è la possibilità di scegliere in autonomia, gli italiani ricorrono all'automedicazione (53%) o, più di rado, chiedono consiglio in farmacia (20%). E' la fotografia scattata da una recente indagine condotta dalla Doxa per il centro studi Mundipharma su un target tripartito composto da 500 pazienti (25-64 anni) che hanno utilizzato antidolorifici negli ultimi 6 mesi, 100 medici di famiglia e 100 farmacisti. «La maggioranza di medici, farmacisti e pazienti è d'accordo su un utilizzo più diffuso dei farmaci oppiacei» ha spiegato Massimo Sumberesi, managing mirector di Doxa Marketing Advice, nell’incontro organizzato oggi a Milano per presentare la ricerca «tale propensione favorevole, tuttavia, non si traduce poi in una reale prescrizione o assunzione di questi farmaci. In sostanza, nel passare dalle parole ai fatti ci si perde nel labirinto della disinformazione, di preconcetti e timori ingiustificati». Si finisce così per privilegiare altre tipologie di analgesici con cui si ha maggiore familiarità, anche quando l’impiego non sarebbe del tutto appropriato. «Dagli stessi malati di dolore» ha avvertito però Sumberesi «arriva un’esplicita richiesta di maggiori informazioni su questi farmaci: le figure di consiglio e i media sono dunque importanti, per contrastare fantasie e credenze errate».
Il fenomeno dell’autocura – confermato anche dai farmacisti - assume poi dimensioni eclatanti: il 73% dei malati non si rivolge al medico e sceglie l’analgesico in totale autonomia. I più impiegati? Sempre e comunque Fans: li assume il 95% dei pazienti e li prescrive il mmg al 72% dei suoi assistiti, anche in caso di dolore cronico. In alternativa, per limitare gli effetti collaterali, si ricorre ai gastroprotettori, con un evidente aggravio di costi per il Ssn. «L’indagine Doxa evidenzia un uso improprio di analgesici per la gestione del dolore cronico» è la conclusione di Massimo Allegri, dirigente medico Terapia del dolore, Fondazione Ircss Policlinico S. Matteo «è fondamentale che gli oppioidi vengano considerati un valido strumento per la terapia del dolore cronico moderato-severo. Oggi, inoltre, ci sono nuovi farmaci e nuove associazioni farmacologiche, come ossicodone e naloxone (antagonista dell'oppioide) che, per le loro proprietà, riducono notevolmente la possibilità di abuso». Favorevoli a un maggiore impiego di oppiacei, non solo nel dolore oncologico o nelle cure palliative, sono il 64% dei pazienti, il 76% dei farmacisti e il 94% dei medici di famiglia.

Notizie correlate

15/03/2017

Risultati dell’Osservatorio monitoraggio della Terapia del dolore

Dai dati dell’Osservatorio per il monitoraggio della Terapia del dolore e Cure palliative della Fondazione Gigi Ghirotti presentati oggi a Roma emerge che, nonostante i molti progressi compiuti con la legge 38/2010, esiste la necessità di continuare...
24/05/2014

Giornata del sollievo, farmacie in prima linea

Farmacie in prima linea per la XIII Giornata del Sollievo, la ricorrenza promossa nel 2001 dall’allora ministro della Sanità Umberto Vernesi per «promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza» a vantaggio di tutti i malati in fase terminale. Come negli anni passati, infatti, Federfarma ha già distribuito a tutti gli associati la locandina da esporre in farmacia per dare...
16/05/2014

Decreto stupefacenti, via libera definitiva dal Senato

Luce verde del Senato al decreto legge 36/2014 su stupefacenti e off-label dopo la fiducia posta sul testo dal Governo. I contenuti sono quelli approvati a fine aprile dalla Camera: le tabelle (cancellate a febbraio dalla Corte costituzionale nella sentenza che...
26/05/2011

Terapia del dolore: l'Italia va avanti

'Non siamo più fanalino di coda in Europa: l'Italia ha raggiunto la Spagna per consumo di oppiacei e ha dimezzato la distanza con la Francia. Segno che la legge per l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore sta funzionando...
25/05/2011

X Giornata Nazionale del Sollievo: anche le farmacie per la lotta contro il dolore inutile

È stata presentata questa mattina alla stampa la X Giornata Nazionale del Sollievo, organizzata dalla Fondazione Gigi Ghirotti con il patrocinio di Federfarma.

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni