Edicola

Rapporto CEIS sulla sanità: presentata a Roma l’ottava edizione

13/06/2012 17:36:18
“La sanità non è una voce di spesa inefficiente, ma può essere un volano per l’economia. La spending review in sanità è iniziata da tempo, l’obiettivo è una razionalizzazione e riqualificazione della spesa. Le misure in materia di prezzi di riferimento per beni e servizi avranno effetto dal 2013, serve però una riduzione di spesa già nel 2012.” Questi i concetti base espressi dal Ministro della salute Renato Balduzzi, intervenuto alla presentazione dell’VIII rapporto CEIS sulla sanità.
Lo studio è stato presentato questa mattina a Roma, presso l’Aula dei gruppi parlamentari della Camera dei Deputati, da Federico Spandonaro, docente di economia sanitaria all’Università di Roma Tor Vergata e coordinatore del rapporto. Spandonaro ha sottolineato come in un momento di crisi sia necessario compiere scelte difficili, ma come tali scelte debbano essere condivise e basate su dati scientifici e non su “evidenze aneddotiche”. Non è vero che la sanità costa troppo, non è vero che la spesa è fuori controllo, in particolare la farmaceutica è tra le più basse in Europa – ha detto Spandonaro – è vero invece che si spende male.
Giacomo Milillo, segretario FIMMG, ha auspicato una condivisione delle scelte e un coordinamento delle politiche regionali. Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, ha evidenziato come il contributo richiesto al settore sia sproporzionato rispetto all’incidenza della spesa farmaceutica sul totale e ha chiesto al Governo di trovare un giusto equilibrio nel varare le misure di contenimento e ripiano della spesa. Annarosa Racca, presidente di Federfarma, ha ricordato come la spesa farmaceutica convenzionata sia una voce virtuosa all’interno della sanità e come ulteriori tagli rischino di far saltare il sistema. Le farmacie hanno già dato un contributo rilevante al contenimento della spesa (pari a 4 miliardi negli ultimi 5 anni, che salgono a 7 negli ultimi 10): il calo della spesa, il parallelo aumento del numero delle confezioni erogate, la prossima apertura di 5000 nuove farmacie mettono a rischio il servizio. È necessario un nuovo meccanismo di remunerazione per garantire la sostenibilità del sistema e un rilancio della farmacia come strumento per favorire il corretto utilizzo delle risorse.
Numerosi gli esponenti delle Regioni e del Parlamento intervenuti al convegno. L’assessore alla sanità della Sicilia Massimo Russo ha stigmatizzato la mancanza di una politica sanitaria nazionale, mentre quello della Basilicata Attilio Martorano ha criticato il blocco del riparto del Fondo sanitario nazionale, con la conseguente impossibilità per le Regioni di programmare la propria attività. Il Presidente della Commissione  Affari sociali della Camera Giuseppe Palumbo (PDL) ha espresso forti dubbi sul federalismo in sanità, la deputata del PD Luciana Pedoto ha sottolineato come nel settore sanitario non si registrino inefficienze tali da giustificare pesanti tagli al sistema, il Presidente della Commissione Igiene e sanità del Senato Antonio Tomassini (PDL) ha stigmatizzato l’utilizzo della sanità per tappare i buchi dell’economia, il Presidente della Commissione di inchiesta sul SSN Ignazio Marino (PD) ha auspicato interventi di razionalizzazione sul fronte delle differenze dei prezzi di acquisto di beni e servizi da parte delle ASL e dei ricoveri inappropriati.

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni