Edicola

Articolo 62, dalle politiche agricole l'impegno di intervenire

13/06/2013 09:43:50
Sull’articolo 62 per la compravendita dei prodotti agroalimentari, verrà avviato a breve un confronto tra dicasteri che dovrebbe rimuovere le parti più “spinose” del provvedimento. E nel quale si terranno presenti le peculiarità e le istanze della filiera farmaceutica. E’ quanto hanno assicurato i rappresentanti del ministero delle Politiche agricole nel corso dell’incontro di stamattina con i vertici di Federfarma. Lo scambio di vedute, richiesto dal sindacato, è servito innanzitutto a ricordare le ricadute della norma sui titolari: a parte la stretta sui tempi di pagamento, le misure riguardanti ordini e fatturazioni hanno aggiunto inutile burocrazia in un comparto commerciale – quello degli alimenti – che per le farmacie rappresenta una voce di secondo piano del proprio mercato. Per di più si manca il bersaglio: l’articolo 62, infatti, nasce per riequilibrare i rapporti tra piccoli produttori e grande distribuzione nella filiera agroalimentare; i prodotti che arrivano in farmacia con la classificazione di “alimento” però non appartengono a quel mondo.
Dal canto loro, i rappresentanti del Ministero hanno ammesso che la versione finale del provvedimento va al di là di quello che era lo spirito iniziale. Di qui l’intenzione di avviare in tempi rapidi un confronto con il dicastero dello Sviluppo – con cui ad aprile c’era stato sul tema un battibecco legale – per arrivare a un’interpretazione univoca dell’articolo o anche a una riscrittura. E l’orientamento potrebbe essere quello di escludere dal campo di applicazione della norma i prodotti lavorati industrialmente, ipotesi che andrebbe esattamente nella direzione auspicata da Federfarma. «L’apertura del Ministero fa ben sperare per una veloce soluzione del problema» commenta al termine dell’incontro la presidente del sindacato titolari, Annarosa Racca (al dicastero insieme al segretario nazionale Alfonso Misasi) «le farmacie non possono sopportare altre incombenze burocratiche prive di qualsiasi senso». (AS)

Ultime notizie

28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....
22/05/2020

Spesa farmaceutica: vizi antichi impongono interventi moderni

FEDERFARMA interviene sull’ultimo monitoraggio dell’AIFA relativo alla spesa farmaceutica 2019 per evidenziare con forza l’urgente necessità di strutturare nuovi modelli per rimediare a mali antichi.
I dati sono ancora una volta inequivocabili.
Mentre per lo scorso anno  la spesa farmaceutica per acquisti diretti ha fatto registrare uno scostamento assoluto di oltre...
07/05/2020

Mascherine: necessario fare chiarezza

Federfarma ritiene necessario fare chiarezza in tema di mascherine chirurgiche, tanto più in queste ore in cui il Paese inizia a ripartire, con la Fase 2, e il loro uso è essenziale, insieme al  distanziamento fisico e al lavaggio accurato delle mani, per evitare di ritrovarsi tra qualche settimana costretti a una nuova quarantena....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni