Edicola

Federfarma: il capitale rimanga socio di minoranza

13/06/2015 07:10:45
Non ci sono preclusioni sull’ingresso del capitale nella titolarità delle farmacie, ma nel ddl concorrenza vanno messi paletti che riservino al farmacista la maggioranza (almeno) dell’assetto societario, preservino le incompatibilità già oggi previste dalla legge in materia di proprietà delle farmacie e fissino un limite, geografico o percentuale, al numero di punti vendita acquisibili in catena. E’ quanto ha sostenuto Federfarma nel corso dell’audizione in programma ieri davanti alle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera. «Negli ultimi dieci anni» ha ricordato la presidente, Annarosa Racca «la farmacia è già stata oggetto di diversi interventi di deregulation, varati oltretutto in un periodo di costante decremento della spesa farmaceutica pubblica. Il risultato è che oggi ci sono circa 4.500 farmacie in sofferenza, cosa che comunque non ha impedito ai titolari di garantire cospicui livelli occupazionali e retributivi».

Dalla fotografia del presente discendono le considerazioni del sindacato sul ddl: «L’ingresso del capitale potrebbe essere di aiuto alle farmacie» ha spiegato alle commissioni il segretario nazionale di Federfarma, Alfonso Misasi «ma soltanto se è di sostegno al servizio». La vocazione sociale e la connotazione professionale della farmacia italiana, in altri termini, vanno assolutamente preservati, con l’innesto nel ddl di una serie di paletti che garantiscano anche la trasparenza degli assetti e la responsabilità civile e penale delle società al pari dei singoli titolari.

«Da parte nostra» ha continuato la presidente Racca «vorremmo impegnarci nello spirito del ddl, facendoci carico di servizi diretti a rendere ancora più efficiente il sistema delle cure territoriali: monitoraggio delle terapie, piccole prestazioni di pronto soccorso, prestazioni di primo livello a tariffe agevolate». E’ però fondamentale, ha avvertito ancora Racca, che nell’iter del disegno di legge venga ribadito il no già espresso dal Governo alla deregulation dei farmaci con ricetta. «In nessun Paese al mondo la ricetta è fuori della farmacia» ha ricordato «e non solo il mondo medico-scientifico, ma anche malati e anziani si sono espressi in questi mesi contro la liberalizzazione». «L’ingresso del capitale nella titolarità rimane comunque un’ipotesi che preccupa» ha aggiunto in chiusura Alfredo Orlandi, presidente del Sunifar «soprattutto le piccole farmacie, che rischiano di essere messe nell’angolo una volta che nel comparto si affermassero logiche esclusivamente commerciali». (AS)

Notizie correlate

07/12/2018

Proprietà farmacie: essenziale prevedere maggioranza farmacisti nella compagine sociale

Federfarma condivide pienamente le ragioni espresse dal ministro della Salute Giulia Grillo in favore di una norma che garantisca che nelle società di capitali proprietarie di farmacie il 51% della compagine sociale sia costituito da farmacisti iscritti all’Albo. Questo indipendentemente da dinamiche politiche estranee al sindacato...
05/12/2018

Positivo l’obbligo di maggioranza di farmacisti nelle società di capitale proprietarie di farmacie

“Apprendo con soddisfazione l’approvazione dell’emendamento firmato dall’onorevole  Giorgio Trizzino (M5S)  nel quale si stabilisce che, nelle società di capitali proprietarie di farmacie, i soci, rappresentanti almeno il 51% del capitale sociale e dei diritti di voto, devono essere farmacisti iscritti all’albo”. Lo afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
28/09/2017

Concorrenza, Federfarma si mobilita per rimuovere ambiguità

Federfarma è pronta ad agire a tutti i livelli perché dalla Legge 124/2017 sulla concorrenza vengano rimosse le ambiguità e criticità che oggi la caratterizzano. Il che significherà, per il sindacato, promuovere ricorsi alla giustizia amministrativa...
06/09/2017

DDL concorrenza e farmacie indipendenti: si comincia a fare sul serio

Dopo il primo importante incontro, dello scorso 12 luglio, Federfarma e Federfarma Servizi hanno continuato a lavorare anche durante le ferie estive per mettere a punto un obiettivo comune e una visione condivisa per il futuro della farmacia indipendente a seguito dell’approvazione definitiva del cosiddetto DDL Concorrenza...
04/08/2017

Pagliacci (Sunifar): in rete contro il capitale, ma a pari condizioni

L’arrivo del capitale preoccupa le farmacie rurali quanto quelle urbane, ma l’abitudine alle avversità e a lavorare in un contesto di “frontiera” le aiuterà ad affrontare con successo anche questa sfida. Sono le parole con cui la presidente del Sunifar...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni