Edicola

Nuovo Redditometro, si allarga l’elenco delle spese “sotto la lente”

14/01/2013 09:53:41
Entra in funzione da quest’anno ma potrà essere applicato retrospettivamente dalle dichiarazioni dei redditi del 2010. Queste le coordinate del nuovo Redditometro, il cui decreto attuativo – fonte ministero delle Finanze – è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 gennaio scorso. Lo strumento, in sostanza, dovrebbe servire a misurare la «capacità contributiva» degli italiani attraverso una fotografia della spesa sostenuta per l’acquisizione di beni e servizi e per il relativo mantenimento. Allo scopo il nuovo Redditometro reca due importanti innovazioni: innanzitutto appare un nuovo elenco di voci di spesa, ricompreso nella Tabella A del decreto, ben più articolato rispetto al precedente nel quale erano presenti solo beni come automobili, imbarcazioni ed immobili; poi con questo Redditometro viene preso in considerazione per la prima volta anche il valore medio di alcuni tipi di spesa, stimato per gruppi e categorie del nucleo familiare cui appartiene il contribuente in base agli indici Istat sui consumi delle famiglie. In buona sostanza, la rideterminazione del reddito avverrà attraverso l’utilizzo da un lato delle spese (relative ai beni e servizi) risultanti dal sistema informativo dell’Anagrafe tributaria, dall’altro di coefficienti di spesa statistici relativi a spese comuni. In presenza di spese tra quelle ricomprese nella Tabella A, il Fisco metterà a confronto quanto risulta dalle banche dati dell’Anagrafe tributaria e quanto dicono i coefficienti statistici, quindi sceglierà il valore più alto. Come se non bastasse, nella determinazione sintetica del reddito complessivo del contribuente l’Amministrazione finanziaria conserva la facoltà di utilizzare elementi di capacità contributiva diversi da quelli della Tabella A, qualora siano disponibili dati relativi alla spesa sostenuta per l’acquisizione di servizi e di beni e per il relativo mantenimento.
Va detto in ogni caso che il nuovo Redditometro scatterà soltanto in caso di scostamenti tra entrate dichiarate e stimate superiori al 20%. In tale evenienza, sarà compito del contribuente contestare in sede di contraddittorio le spese attribuite o dimostrare che non c’è incongruità tra queste e il reddito dichiarato. (AS)

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni