Edicola

Nuovo Redditometro, si allarga l’elenco delle spese “sotto la lente”

14/01/2013 09:53:41
Entra in funzione da quest’anno ma potrà essere applicato retrospettivamente dalle dichiarazioni dei redditi del 2010. Queste le coordinate del nuovo Redditometro, il cui decreto attuativo – fonte ministero delle Finanze – è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 gennaio scorso. Lo strumento, in sostanza, dovrebbe servire a misurare la «capacità contributiva» degli italiani attraverso una fotografia della spesa sostenuta per l’acquisizione di beni e servizi e per il relativo mantenimento. Allo scopo il nuovo Redditometro reca due importanti innovazioni: innanzitutto appare un nuovo elenco di voci di spesa, ricompreso nella Tabella A del decreto, ben più articolato rispetto al precedente nel quale erano presenti solo beni come automobili, imbarcazioni ed immobili; poi con questo Redditometro viene preso in considerazione per la prima volta anche il valore medio di alcuni tipi di spesa, stimato per gruppi e categorie del nucleo familiare cui appartiene il contribuente in base agli indici Istat sui consumi delle famiglie. In buona sostanza, la rideterminazione del reddito avverrà attraverso l’utilizzo da un lato delle spese (relative ai beni e servizi) risultanti dal sistema informativo dell’Anagrafe tributaria, dall’altro di coefficienti di spesa statistici relativi a spese comuni. In presenza di spese tra quelle ricomprese nella Tabella A, il Fisco metterà a confronto quanto risulta dalle banche dati dell’Anagrafe tributaria e quanto dicono i coefficienti statistici, quindi sceglierà il valore più alto. Come se non bastasse, nella determinazione sintetica del reddito complessivo del contribuente l’Amministrazione finanziaria conserva la facoltà di utilizzare elementi di capacità contributiva diversi da quelli della Tabella A, qualora siano disponibili dati relativi alla spesa sostenuta per l’acquisizione di servizi e di beni e per il relativo mantenimento.
Va detto in ogni caso che il nuovo Redditometro scatterà soltanto in caso di scostamenti tra entrate dichiarate e stimate superiori al 20%. In tale evenienza, sarà compito del contribuente contestare in sede di contraddittorio le spese attribuite o dimostrare che non c’è incongruità tra queste e il reddito dichiarato. (AS)

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni