Edicola

I “saggi”: più concorrenza sul farmaco, non sulle farmacie

15/04/2013 09:28:42
Più concorrenza nel farmaco, non nelle farmacie. Una volta tanto lascia tranquilli i titolari la ricetta dei “tecnici” per riavviare il motore della crescita. Gli esperti sono i sei saggi incaricati dieci giorni fa dal presidente Napolitano di stilare un’agenda delle riforme economiche possibili, da lasciare al governo che verrà. I sei (Enrico Giovannini, presidente dell’Istat, Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Antitrust, Salvatore Rossi, membro del direttorio di Bankitalia, Enzo Moavero Milanesi, ministro per gli Affari europei, Giancarlo Giorgetti e Filippo Bubbico, presidenti delle commissioni parlamentari permanenti) hanno consegnato oggi la loro relazione finale al Capo dello Stato (assieme a quella dei quattro saggi che si sono occupati di riforme istituzionali). Il documento, un’ottantina di pagine in tutto, tocca tutti i settori del sistema-paese, dall’istruzione al lavoro, dalla Sanità all’innovazione. E torna a invocare iniezioni di concorrenza a massicce dosi: «La concorrenza aumenta il benessere dei consumatori perché accresce le loro possibilità di scelta e porta una riduzione dei prezzi» si legge nella relazione «e costituisce un potente catalizzatore per l’innovazione, che è uno strumento fondamentale per rafforzare la crescita e la competitività». Per i saggi, dunque, vanno rimosse «le barriere che bloccano alcuni settori e rendono difficile, anche nei mercati aperti e liberalizzati, l’effettiva partecipazione di nuovi attori economici». E’ un discorso che vale soprattutto per alcuni comparti strategici: il trasporto (aereo e ferroviario), le assicurazioni, l’energia, le poste, i servizi pubblici. E, appunto, il farmaco. Nel documento però i sei non toccano il versante della distribuzione, ma soltanto quello della produzione. E al centro delle loro considerazioni ci sono soprattutto gli equivalenti: «Nel settore farmaceutico» scrivono «si riscontrano ancora rilevanti ostacoli all’ingresso dei farmaci generici, mentre nei principali Paesi europei il loro mercato rappresenta circa il 60% delle unità vendute. Questa situazione determina un aggravio della spesa a carico del Ssn e di quella dei consumatori. Per risolvere tale situazione, nell’immediato proponiamo di evitare di vincolare le procedure di concessione delle autorizzazioni per l’immissione in commercio di farmaci generici alla risoluzione di eventuali dispute inerenti presunte violazioni della proprietà industriale e procedere a una campagna di sensibilizzazione dei pazienti». Nient’altro, almeno per la farmaceutica. Ed è questa, forse, la vera notizia.

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni