Edicola

Fondo sanitario, ecco le misure sulla Sanità chieste dalle Regioni

15/04/2015 00:10:24
Deve ancora essere esaminata dalla Conferenza delle Regioni (nella seduta straordinaria convocata per oggi) e ricevere l’ok del ministero dell’Economia. Ma fa già discutere la bozza di intesa sui 2,3 miliardi di tagli che Stato e Regioni dovranno firmare entro domani perché venga poi convertita in decreto. In particolare, suscitano perplessità le misure relative alla farmaceutica, almeno così come le riporta la bozza anticipata ieri dal Sole 24 Ore Sanità: dove viene confermata la revisione del Prontuario entro giugno e si affida all’Aifa il compito di «individuare raggruppamenti di medicinali terapeuticamente assimilabili», comprendenti specialità basate su molecole diverse, che hanno già perso il brevetto (e sono quindi genericabili) oppure hanno ancora la copertura. Per ogni raggruppamento, l’Agenzia dovrà creare «sottogruppi di confezioni che consentono la medesima intensità di trattamento», ossia «la dispensazione del medesimo valore totale di ddd (dosi definite die)». Infine, per ognuno di tali gruppi l’Aifa fisserà «il prezzo massimo di rimborso a carico del Ssn», pari a quello della «confezione con il prezzo al pubblico più basso». E così come già accade per gli equivalenti, il cittadino pagherà di tasca propria l’eventuale «differenziale di prezzo».
Sempre a proposito di farmaci, la bozza d’intesa attribuisce all’Aifa anche il compito di rinegoziare con un ribasso di almeno il 20% i prezzi dei farmaci biotecnologici alla scadenza del brevetto e ricontrattare – sempre al ribasso – i prezzi delle specialità sottoposte a rimborso condizionato (risk sharing, payment by result eccetera) che hanno mostrato outcome inferiori alle attese.

Come si diceva, le anticipazioni hanno fatto subito discutere. Farmindustria (che comunque la bozza coinvolgerebbe nell'elaborazione della metodologia di lav oro dell'Aifa) ha diffuso nella serata di ieri un comunicato nel quale contesta la parificazione tra equivalenti e prodotti coperti da brevetto («un approccio che disconosce il valore della Ricerca e gli ingenti investimenti delle imprese» si legge nella nota) e le rinegoziazioni sui biotech.

E’ probabile poi che nelle prossime ore altre critiche si aggiungeranno a quelle dei produttori. La bozza, infatti, riserva dispiaceri anche ad altre categorie. Le prestazioni di specialistica ambulatoriale inappropriate, per esempio, vengono escluse dalla rimborsabilità Ssn e il medico che le prescrive su ricetta rossa si vedrà addebitare il costo dell’intervento. In caso di ricoveri inappropriati invece a pagare sarà l’ospedale, che si vedrà rimborsare solo il 50% della tariffa. Sui produttori di dispositivi medici, invece, scatta un payback analogo a quello vigente nella farmaceutica: in caso di sforamento del tetto sulla spesa di settore (4,4%), le aziende saranno tenute a ripianare il 50% dell’eccedenza. Domani, salvo sorprese, il testo definitivo dell’accordo. (AS)

Notizie correlate

24/02/2017

Fondo sanitario, ok al riparto: quota indistinta a 109,2 miliardi

Otto miliardi di euro al Piemonte, quasi nove al Veneto e alla Sicilia, 10 al Lazio, quasi 12 alla Lombardia. Sono alcune delle cifre che spiccano dal riparto del Fondo sanitario nazionale per il 2017, messo a punto ieri dalle Regioni e ora in viaggio...
18/10/2016

Fondo sanitario 2017, vince il Ssn: confermati 113 miliardi del Def

E’ il momento degli applausi e dei ringraziamenti per Beatrice Lorenzin, ministro della Salute perennemente sulla breccia quando c’è da battagliare sui soldi per la Sanità. Perché se nella Legge di Bilancio licenziata sabato dal Consiglio dei ministri...
14/10/2016

Manovra: emerge ipotesi Fondo Ssn a 112 miliardi

Entra nelle fasi decisive la partita tra Governo e Regioni sui soldi che la Legge di Bilancio (ex Stabilità) metterà nel piatto l’anno prossimo per il Ssn: stamattina i governatori si riuniscono in seduta straordinaria per esaminare le cifre messe nero su bianco...
11/10/2016

Legge bilancio, Marazziti: su Ssn si lavora a Fondo di 113 miliardi

Al Servizio sanitario nazionale verrà assegnato per il 2017 un finanziamento di poco più di 113 miliardi di euro, cioè quanto preventivato questa primavera dal Documento di economia e finanza. Questo almeno è l’obiettivo al quale stanno lavorando Governo e maggioranza secondo Mario Marazziti...
12/02/2016

Fondo sanitario, riparto ok. Bressa (Mise): 113 mld al Ssn nel 2017

C’è luce verde anche dalla Conferenza delle Regioni per la proposta di riparto del Fondo sanitario 2016 varata la settimana scorsa dai governatori. Poco più di 108,4 i miliardi ripartiti, secondo un meccanismo di riporti e recuperi che dovrà garantire a tutti i governi...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni