Edicola

Atto d’indirizzo, Milillo: le Regioni partono sempre col bastone

17/01/2015 06:08:39
«La prima cosa da tenere presente in un rinnovo convenzionale è che le Regioni non partono mai con il piglio di chi vuole risolvere i problemi, ma con quello di chi vuole far vedere che il bastone ce l’ha in mano lui». Le parole sono di Giacomo Milillo, segretario nazionale della Fimmg, la più rappresentativa tra le sigle dei medici di famiglia. Da quando è alla guida del suo sindacato ha già negoziato con la Sisac tre convenzioni e da qualche mese sta “litigando” con le Regioni per rinnovare la quarta. Sì perché sul nuovo contratto i medici di famiglia stanno viaggiando con qualche chilometro di anticipo rispetto alle farmacie: i titolari dovrebbero ricevere a breve l’atto d’indirizzo, i sindacati della mg ce l’hanno dall’aprile scorso.
A chi se non Milillo, allora, chiedere che cosa i farmacisti devono aspettarsi dalle Regioni?

Giovedì Montaldo ha dato per imminente l’arrivo dell’atto d’indirizzo che aprirà il negoziato sulla nuova convenzione delle farmacie. Quando voi lo riceveste che accoglienza ebbe?
Lo bollammo immediatamente come inaccettabile: pretendeva di fare dei mmg i componenti di un’organizzazione manovrata dalle Asl.

C’è il rischio che anche le farmacie dovranno trattare a partire da una piattaforma poco “amichevole”?
Non conosco la situazione delle farmacie ma ci sono alcune cose da mettere in conto. Primo, l’atto di indirizzo esprime la posizione dalla quale le Regioni vogliono avviare il negoziato, è evidente però che i giochi li fa la trattativa. Secondo, l’atto non lo scrivono i presidenti di Regione ma un manipolo di funzionari che nel nostro caso hanno fatto prevalere logiche dirigiste e centraliste ormai superate. Terzo, le Regioni non aprono mai una trattativa con il sorriso sulla bocca, con l’offerta di discutere assieme come risolvere i problemi. Partono a muso duro e il bastone in mano. Quarto, l’atto di indirizzo fornisce alla Sisac una delega totale, quindi è al tavolo con i sindacati che si gioca la partita.

A proposito, la vostra è in stallo da mesi e per protestare avete proclamato di recente lo stato di agitazione…
Proprio così. Al nostro tavolo la Sisac si è dimostrata succube dei funzionari, da cui un immobilismo indisponente. Auguro alle farmacie di non andare a sbattere contro la stessa ottusità, di certo la categoria dovrà mostrare la massima compattezza per non dare occasioni alla controparte. Noi almeno è così che stiamo facendo.

Notizie correlate

11/06/2016

Milillo: bozza intrattabile, ci confronteremo con Federfarma

La bozza di piattaforma per il rinnovo della convenzione tra Ssn e medici di famiglia circolata sulla stampa nei giorni scorsi potrebbe essere significativamente diversa da quella che la Sisac mostrerà ai sindacati della mg. Basterà aspettare una decina di giorni...
12/01/2016

Piani terapeutici, Fimmg porge la mano alle farmacie

L’Aifa autorizzi rapidamente i medici di famiglia a prescrivere, anche in via sperimentale, i farmaci con Piano terapeutico appartenenti ad aree rilevanti per le cure primarie. E in prospettiva, assicuri la dispensazione di tali prodotti attraverso le farmacie del territorio...
08/11/2014

Milillo (Fimmg): Uccp nelle sole aree ad alta densità è «passo avanti»

Per la Fimmg le ultime aperture delle Regioni sul rinnovo della convenzione con i medici di famiglia, tra le quali la proposta di limitare le Uccp alle sole aree ad alta densità abitativa, sono senz’altro «un passo avanti». Questo almeno è il pensiero del segretario nazionale della Federazione italiana medici di medicina generale, Giacomo Milillo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni