Edicola

Ddl concorrenza, un alt alle liberalizzazioni anche dall’Europa

17/02/2015 00:10:34
Non è l’Europa a chiederci la liberalizzazione della fascia C, anche perché se passasse diventeremmo l’unico Paese del Vecchio continente in cui la dispensazione dei farmaci con ricetta è consentita in canali diversi dalle farmacie. E’ quanto afferma il Pgeu, il Raggruppamento farmaceutico dell’Unione Europea, in una nota inviata ieri ai ministri della Salute e dello Sviluppo, Beatrice Lorenzin e Federica Guidi, e al sottosegretario agli Affari europei della Presidenza del Consiglio, Sandro Gozi. «Nessun Paese europeo» scrive il Pgeu «permette la dispensazione dei farmaci etici al di fuori delle farmacie regolarmente autorizzate», al di fuori cioè di «un contesto il cui obiettivo primario è l’assistenza sanitaria, soggetto a normative professionali e a standard deontologici e dove gli standard professionali prevalgono su obiettivi eminentemente commerciali».

La lettera del Pgeu è stata immediatamente divulgata da Federfarma con un comunicato stampa, nel quale si ricorda che «la grande distribuzione ha aperto corner Otc in meno del 10% dei punti vendita esistenti, ovviamente perché è poco remunerativo» aprire dove non c’è ritorno adeguato. «Le farmacie, invece, effettuano il servizio anche nelle zone commercialmente meno appetibili: continuare a depauperarle con ulteriori misure di deregolamentazione costituirebbe un gravissimo danno per i cittadini. A cominciare da quelli più fragili, che al grande punto vendita neanche possono arrivarci».

Le stesse considerazioni arrivano dal ministro Lorenzin, che stamattina – a margine della conferenza stampa organizzata per presentare il protocollo d'intesa tra Agenas e Scuola per la formazione dei manager sanitari – ha dato per imminente un incontro con il dicastero dello Sviluppo per parlare del ddl concorrenza. «Avremo sicuramente un confronto nei prossimi giorni» ha detto Lorenzin «per adesso ho già detto quello che penso: è piuttosto insostenibile come ipotesi di lavoro».

Continuano infine, tra le sigle di malati e cittadini, le prese di posizione “anti-deregulation”. In una nota diffusa ieri Patrizia Polliotto, presidente del Comitato regionale piemontese dell’Unione nazionale consumatori, si dice «preoccupata per le misure che il ministro dello Sviluppo economico intende introdurre nel settore delle farmacie. Non si può parlare di farmacie solo dal punto di vista del mercato: sono a tutti gli effetti un presidio sanitario capillarmente ed efficientemente a disposizione della popolazione, specie di quella debole, per la quale costituiscono un punto di riferimento di agevole e continua accessibilità». (AS)

Notizie correlate

28/09/2017

Concorrenza, Federfarma si mobilita per rimuovere ambiguità

Federfarma è pronta ad agire a tutti i livelli perché dalla Legge 124/2017 sulla concorrenza vengano rimosse le ambiguità e criticità che oggi la caratterizzano. Il che significherà, per il sindacato, promuovere ricorsi alla giustizia amministrativa...
06/09/2017

DDL concorrenza e farmacie indipendenti: si comincia a fare sul serio

Dopo il primo importante incontro, dello scorso 12 luglio, Federfarma e Federfarma Servizi hanno continuato a lavorare anche durante le ferie estive per mettere a punto un obiettivo comune e una visione condivisa per il futuro della farmacia indipendente a seguito dell’approvazione definitiva del cosiddetto DDL Concorrenza...
04/08/2017

Pagliacci (Sunifar): in rete contro il capitale, ma a pari condizioni

L’arrivo del capitale preoccupa le farmacie rurali quanto quelle urbane, ma l’abitudine alle avversità e a lavorare in un contesto di “frontiera” le aiuterà ad affrontare con successo anche questa sfida. Sono le parole con cui la presidente del Sunifar...
03/08/2017

Ddl concorrenza, Federfarma: “keep calm” e avanti

“Keep calm and carry on”, state tranquilli e andiamo avanti. E’ la frase che nel ’39, alla viglia della guerra, venne fatta stampare dal governo britannico su milioni di manifesti, da affiggere in tutta l’Inghilterra per evitare che la popolazione si facesse prendere dal panico...
02/08/2017

Approvato il DDL Concorrenza. Federfarma: ora al lavoro per gestire un cambiamento epocale

“Quando siamo arrivati alla dirigenza di Federfarma, a fine maggio di quest’anno, il DDL aveva già alle spalle un lungo iter parlamentare e, a mio avviso, le conseguenze di un siffatto provvedimento erano state sottovalutate, nonostante le grida di allarme di varie associazioni provinciali. Noi abbiamo subito motivato...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni