Edicola

Al Consumer's Forum liberalizzazioni sotto processo

17/10/2013 23:14:17
Le liberalizzazioni non sempre producono minori costi e maggiore efficienza e nell’attuale difficile situazione economica sono solo un pannicello caldo sulla fronte di un paziente che per riprendersi ha bisogno di altri interventi, assai più articolati. È questo uno dei messaggi emersi dalla due giorni Consumeeting, organizzata da Consumers’ Forum a Roma, per fare il punto sul consumerismo in Italia e analizzare impatto e prospettive delle liberalizzazioni. Consumers’ Forum infatti è un’organizzazione, alla quale ha aderito anche Federfarma, che si propone come luogo di confronto costruttivo tra imprese/associazioni di categoria e organizzazioni dei consumatori.
Tra gli ospiti della manifestazione il commissario europeo per la Politica dei consumatori Neven Mimica, il viceministro dello Sviluppo economico Antonio Catricalà, il presidente del Censis Giuseppe De Rita, il presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella. Nel corso della due giorni sono state presentate tre ricerche, la prima (curata da Ipsos) su stili e tendenze di consumo e consumerismo in Italia e in Europa, la seconda (realizzata dal Censis) sul consumerismo italiano, la terza (prodotta dal Dipartimento di scienze politiche e sociali dell’Università di Catania) sulla situazione delle liberalizzazioni nel nostro Paese.
Dalla prima ricerca emergono evidenti i segni della crisi economica che ha colpito tutta l’Europa: ovunque, forse con la sola eccezione della Germania, i consumatori sono alla prese con una diminuzione delle proprie disponibilità economiche e cercano di razionalizzare gli acquisti. Sensibili in tutti i Paesi gli aumenti delle bollette per le utenze domestiche, mentre i medicinali si collocano ovunque (con l’eccezione della Polonia) tra i beni che fanno segnare una diminuzione più o meno marcata di prezzo. L’Italia, insieme alla Gran Bretagna, sembra essere il Paese con una minore conflittualità tra aziende e consumatori, conflittualità invece particolarmente accentuata in Francia.
La ricerca del Censis sul consumerismo italiano, invece, mette in evidenza la frammentazione delle associazioni dei consumatori e il loro approccio spesso giudiziario, basato cioè più sul risarcimento post-vendita che sulla mediazione di interessi ex-ante. Anche le associazioni dei consumatori, secondo il Censis, devono rinnovarsi alla luce del più maturo approccio degli italiani ai consumi.
Per quanto riguarda le liberalizzazioni, lo studio dell’Università di Catania ricorda, ovviamente, tra i vari interventi promossi nel nostro Paese da Bersani a Monti, il processo di deregolamentazione della vendita di farmaci, citando ripetutamente le posizioni espresse di volta in volta da Federfarma. Più in generale, lo studio sottolinea come l’apertura al mercato nei vari settori non si sia tradotta sempre in minori costi e maggiore efficienza né abbia favorito la crescita. In un’economia caratterizzata da sfide complesse sul fronte dell’internazionalizzazione e in una società alle prese con nuovi bisogni (basti pensare egli effetti dell’invecchiamento della popolazione) la ripresa richiede un più ampio range di interventi, tra i quali soprattutto snellimento della burocrazia, alleggerimento fiscale, difesa della legalità, investimenti in innovazione. Insomma, si potrebbe commentare che le famose lenzuolate sono state un modo semplicistico di affrontare, senza in alcun modo risolverlo, il problema complesso della crescita del nostro Paese. (PB)

Notizie correlate

14/06/2017

Ddl concorrenza, 400 emendamenti. I relatori: l'esame sarà veloce

Sono circa 400 gli emendamenti al ddl concorrenza presentati alle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera entro la scadenza di ieri. E’ quanto riferisce un lancio dell’Ansa diffuso in serata, nell’attesa che le proposte di modifica vengano fascicolate e distribuite (prevedibilmente nella giornata di oggi) ai componenti delle due commissioni. Difficile comunque...
28/04/2016

Emiliano: vocazione farmacia garanzia di libertà

Due settimane fa, a Ballarò, aveva replicato al giornalista americano Alan Friedman e ai suoi inviti alla liberalizzazione totale delle farmacie ricordando che i presidi dalla croce verde offrono servizi di prossimità molto utili ai cittadini. Michele Emiliano...
24/02/2015

Federfarma passa il ddl ai raggi x e valuta come muoversi

Nell’attesa che il ddl concorrenza spicchi il volo per le Camere, dove verrà discusso e votato, in Federfarma è già cominciata una ponderata riflessione sui contenuti del testo così com’è uscito dal Consiglio dei ministri di venerdì...
21/02/2015

DDl concorrenza: La fascia C resta in farmacia

Mesi di anticipazioni, indiscrezioni, scoop e previsioni da palla di cristallo. E poi dal Consiglio dei ministri esce il ddl concorrenza che nessuno aveva previsto. Senza liberalizzazioni della fascia C e della pianta organica anche se il ministro dello Sviluppo...
20/02/2015

Farmaci con ricetta restano in farmacia

“Apprezziamo che nella discussione del Consiglio dei Ministri di oggi, con la decisione di far rimanere i farmaci con ricetta in farmacia, il Governo abbia fatto prevalere le ragioni sanitarie e ringraziamo in particolare il ministro della Salute Beatrice Lorenzin...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni