Edicola

Dal Tar Veneto altra sentenza che legittima sistema farmacia

17/11/2015 00:38:22
Autorizzare la commercializzazione dei farmaci con ricetta negli esercizi di vicinato, senza riguardi per la Pianta organica delle farmacie, avrebbe «ripercussioni negative sull’effettività dell’intero sistema di pianificazione delle sedi e quindi sulla sua stabilità». E’ la considerazione con cui il Tar Veneto ha bocciato il ricorso con cui, nel 2012, un titolare di parafarmacia aveva impugnato il provvedimento del Ministero che gli rifiutava l’autorizzazione alla vendita degli etici non rimborsati.

La causa rientra in quella sequela di ricorsi che attorno al 2011 vennero presentati davanti alle corti di diversi Tar per “forzare” le liberalizzazioni passando dalle aule di Tribunale. Da quella campagna, sterile e fallimentare, originarono come si ricorderà due sentenze della Corte di giustizia europea (dicembre 2013 e luglio 2015) e una sentenza della Corte costituzionale italiana (maggio 2014), che il Tar Veneto richiamano in diversi passaggi della loro decisione (risalente al 6 novembre).

«La Corte» scrivono in particolare i giudici amministrativi «ha affermato che il regime delle farmacie è conforme all’ordinamento comunitario e al principio di tutela della concorrenza, in quanto l’incondizionata liberalizzazione di quella categoria di farmaci inciderebbe con effetti non privi di conseguenze sulla distribuzione territoriale delle parafarmacie le quali, non essendo inserite nel sistema di pianificazione potrebbero alterare il sistema stesso, posto prima di tutto a garanzia della salute dei cittadini».

La posizione della Consulta, ricorda ancora il Tar, fa il paio con la sentenza della Corte di giustizia Ue del 2013, nella quale si osservava «come l’articolo 49 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea non osta a una normativa nazionale che impedisce a un farmacista non titolare di farmacia compresa in pianta organica di distribuire al dettaglio, in una parafarmacia, anche quei farmaci soggetti a prescrizione medica che non sono a carico del Servizio sanitario nazionale, bensì vengono pagati interamente dall’acquirente». La Corte europea, infatti, «ha affermato che la salute e la vita delle persone occupano una posizione preminente tra gli interessi protetti dal Trattato e spetta agli Stati membri stabilire il livello al quale essi intendono garantire la tutela della salute pubblica e il modo in cui tale livello debba essere raggiunto». Proprio quello che ha fatto il nostro Paese. (AS)

Notizie correlate

03/03/2016

Ddl concorrenza, non passano gli emendamenti sulla fascia C

Sono stati tutti bocciati gli emendamenti al ddl concorrenza su fascia C e farmacia non convenzionata. E’ l’esito della seduta con cui ieri sera la commissione Industria del Senato ha passato al vaglio le proposte di modifica all’articolo 48 del disegno di legge...
16/10/2015

Racca: su fascia C politica ha ormai capito le ragioni della farmacia

«Finalmente la politica dimostra di aver capito meccanismi e peculiarità del sistema farmacia e della distribuzione del farmaco». C’è soddisfazione nelle parole con cui Annarosa Racca, presidente nazionale di Federfarma, tira un bilancio degli interventi di Federico Gelli...
07/10/2015

La fascia C resta in farmacia, respinti tutti gli emendamenti

La Camera dice no all’uscita dei farmaci con ricetta dalla farmacia. E’ l’esito della seduta con cui ieri Montecitorio ha completato l’esame degli emendamenti al ddl concorrenza, che oggi torna in aula per il voto finale...
06/10/2015

La ricetta rimane in farmacia: la Camera salvaguarda il servizio farmaceutico

Federfarma esprime apprezzamento per l’esito dell’esame dell’articolo 32 del DDL concorrenza da parte dell’Aula della Camera che ha respinto con ampia maggioranza tutti gli emendamenti finalizzati a consentire la vendita dei farmaci C con obbligo di ricetta in esercizi diversi dalla farmacia....
11/09/2015

Approvato l’articolo 32: fascia C in farmacia e paletti al capitale

La fascia C resta in farmacia, così come la ricetta del medico, a tutela della salute del cittadino e della sostenibilità delle piccole farmacie. E la titolarità si apre al capitale, ma con alcuni paletti. Quelli che mancavano nel testo licenziato a febbraio dal Governo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni