Edicola

Nuova remunerazione, emendamento al dl stabilità

17/12/2012 09:58:44
Le farmacie avranno la nuova remunerazione e sganceranno i loro fatturati Ssn dalla dinamica calante dei prezzi. Non da gennaio però, ma sei mesi dopo: dal 30 giugno del nuovo anno. Questo infatti è quanto prevede uno degli emendamenti al dl Stabilità presentati sabato in commissione Bilancio del Senato. La proposta fa parte di un pacchetto di misure traslocate nel decreto dopo la morte del ddl Milleproroghe che originariamente avrebbe dovuto contenerle, archiviato come altri provvedimenti per fine anticipata della legislatura.
L’emendamento – firmato dai relatori e quindi accreditato di buone chance di successo – dispone il rinvio al 30 giugno 2013 della scadenza fissata «dall’articolo 15, comma 2, quinto periodo» della legge 135/2012 sulla Spending review. Tale periodo, in sostanza, è quello che sanciva la transizione a un nuovo metodo di remunerazione delle farmacie «a decorrere dal 1 gennaio 2013», definito con «decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministro dell’Economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni», sulla base di «un accordo tra le associazioni di categoria maggiormente rappresentative e l’Aifa».
Il fatto che l’emendamento si limiti a intervenire soltanto su questo periodo della Spending review è attualmente oggetto, in Federfarma, di approfondite riflessioni: pare restare invariata la disposizione che fissa «la base di calcolo» della nuova remunerazione «ai margini vigenti al 30 giugno 2012», né si tocca la scaletta fissata per la trattativa che portò all’accordo del 16 ottobre, quindi è poco probabile che l’obiettivo della dilazione sia riazzerare il percorso compiuto finora. In sostanza, i Ministeri sembrano volersi prendere sei mesi in più per chiudere l’ultima fase dell’operazione.
E’ evidente che l’emendamento va letto tenendo accanto la lettera con cui giovedì la Salute aveva annunciato ad Adf e Federfarma Servizi la preparazione di uno «schema di decreto sul nuovo sistema di remunerazione» da discutere con distributori e farmacie (Assofarm e Federfarma). L’ipotesi più accreditata, quindi, è che Balduzzi voglia giocarsi gli ultimi giorni di vita di questo governo per raggiungere con la filiera un nuovo accordo sulla remunerazione, che verrebbe poi lasciato in eredità al nuovo esecutivo perché lo faccia ratificare dalle Regioni entro giugno.
Se così fosse, è un percorso che non spiacerebbe a Federfarma: anche se è facile prevedere che i dicasteri proporranno modifiche, l’accordo del 16 ottobre resta in qualche modo un riferimento obbligato per questo governo, non lo sarebbe più per il prossimo.
Il voto in commissione sugli emendamenti dovrebbe concludersi domani. Il decreto, infatti, dovrebbe andare al voto in Aula martedì mattina e quindi tornare a Montecitorio per essere approvato entro venerdì. Poi scioglimento delle Camere e tutti a casa.

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni