Edicola

Furti di farmaci, ospedali penetrabili come burro anche al Nord

18/02/2014 05:59:12
Finora avevano agito soprattutto al Sud, dove si erano persino permessi qualche replica negli ospedali più “accoglienti”. Ora invece sembrano essersi spostati al Nord, forse dopo aver capito che nella sanità pubblica “l’ospitalità” non cambia con la latitudine. Non importa in quale Regione sei, vanno sempre a gonfie vele gli affari per i ladri che saccheggiano gli ospedali italiani alla ricerca di farmaci ad alto costo. Gli ultimi due colpi la settimana scorsa in Piemonte, nel torinese, a non molti chilometri l’uno dall’altro. Il primo nell'ospedale di Ciriè: i ladri sono entrati da una finestra – è bastato forzarla – e si sono portati via scatoloni di antitumorali per un valore di oltre 300mila euro. L'altra razzia a Chivasso, sempre nella farmacia dell’ospedale. Qui i malviventi hanno dovuto scassinare la porta di ingresso, quindi si sono portati via un altro carico di medicinali. Molto più basso, per fortuna, il bottino finale: circa 20mila euro, secondo le prime stime. Era andata molto meglio qualche settimana prima all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, dove i ladri erano riusciti a portare via medicinali per circa 350mila euro.
Ai banditi ora non resta che rivendere la merce all’estero, forse al mercato nero di alcuni Paesi dell’Est (come sospettano gli investigatori che in mezza Italia stanno indagando sui furti). Denaro facile, perché anche in Piemonte come già in Campania, Puglia, Sicilia o Abruzzo, i malviventi non hanno dovuto affrontare caveau invalicabili o sistemi di sicurezza sofisticatissimi. Anzi, a Chivasso e Cirié non c’era neanche un sistema di videosorveglianza, tanto che le forze dell’ordine per raccogliere qualche elemento si sono dovute mettere a setacciare i filmati delle videocamere presenti nella zona. Alla faccia della prevenzione.

Notizie correlate

18/05/2017

Furti di farmaci, numeri ancora in calo secondo l'ultimo report Aifa

Dopo i picchi del 2014-2015, i furti di medicinali ai danni di magazzini ospedalieri o depositi farmaceutici così come gli assalti ai Tir dei distributori sembrano ridiscesi stabilmente a livelli fisiologici. E’ quanto suggerisce il Report che l’Aifa ha pubblicato nei giorni scorsi...
06/12/2016

Furti, Sifo lancia l’allarme: farmaci anti Hcv nel mirino

Farmaci per l'epatite C a ruba. Nel vero senso del termine. I ladri di medicinali tornano a colpire nelle farmacie ospedaliere ma per adesso i più richiesti sono quelli anti Hcv. La denuncia arriva dalla Società italiana dei farmacisti ospedalieri (Sifo)...
05/08/2016

Furti di farmaci, riprendono i colpi negli ospedali

Lievita il sospetto che dopo una rapida tregua, agevolata anche da indagini e arresti, gli ospedali italiani siano tornati nel mirino dei ladri di farmaci ad alto costo. Invitano a tale ipotesi i colpi messi a segno negli ultimi quindici giorni in due strutture del Meridione...
11/03/2015

Report Transcrime, un ospedale su dieci colpito da furti

Soltanto nei primi cinque mesi del 2014 sono 37 i furti di medicinali effettuati negli ospedali italiani. In media più di uno alla settimana, che scendono a oltre due al mese se il periodo di osservazione ricomprende anche i tre anni precedenti, fino al 2011 incluso...
19/05/2014

Medicinali rubati, indagine Nas-Aifa svela le rotte del traffico

Altro che mercato nero dell’Europa dell’Est o del Vicino Oriente. Una buona parte dei medicinali razziati dalle farmacie ospedaliere e dai magazzini delle Asl italiane esce dalle frontiere, viene “lavata” come si fa con il denaro sporco...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni