Edicola

Concorso straordinario e ricorsi, ingolfa più il "pubblico" che il farmacista

18/06/2013 09:33:41
Ma non è che i continui ingolfamenti da Tar del concorso straordinario sono più spesso colpa dell’ineffabile macchina pubblica piuttosto che dei farmacisti? Il dubbio comincia a farsi serio dopo gli ultimi due interventi della giustizia amministrativa, riguardanti Liguria ed Emilia Romagna. I giornali li hanno già trattati: a Genova è stato accolto il ricorso di 14 titolari contro il provvedimento che aggiungeva in città quattro nuove farmacie; anche con il quorum a 3.300, era la loro tesi, nel capoluogo risulterebbe un’eccedenza di 31 sedi. Alla sentenza, due giorni fa, qualche quotidiano ha titolato con tono allarmistico che i titolari avevano ottenuto lo stop a nuove aperture. Il giorno dopo le precisazioni di Federfarma Genova («il concorso non si ferma e va avanti lo stesso»), ma intanto l’etichetta è stata appiccicata.
L’altra sentenza riguarda Reggio Emilia e arriva dal Consiglio di stato, che ha bocciato la delibera con cui un anno fa il Consiglio provinciale aveva assegnato alla prelazione dei comuni sei sedi farmaceutiche, disinteressandosi dei divieti del “Cresci-Italia”. Ora queste farmacie torneranno nel totale dei presidi in assegnazione, ma c’è da capire che accadrà: i termini per la presentazione delle domande sono già chiusi e i candidati non hanno potuto esprimere preferenze per tali sedi.
La morale delle due storie è evidente: i ricorsi arrivano da farmacisti ma se la macchina pubblica avesse fatto le cose come avrebbe dovuto, il concorso viaggerebbe senza pensieri. Nel caso emiliano, poi, si arriva all’estremo: la Provincia ha cercato di fare la “furbata”, i farmacisti hanno ottenuto l’applicazione delle norme.
Due episodi che non fanno primavera? Non proprio. Come qualcuno ha già notato, il bando di concorso pubblicato in Campania riporta un errore formale dalle conseguenze ancora imprevedibili: la sede di nuova istituzione di un comune del casertano viene riportata due volte (nella posizione alfabetica corretta e poi di nuovo in coda all’elenco della provincia), con indicazioni differenti sui confini. Errore formale, d’accordo, ma se poi qualcuno fa ricorso? E che dire delle sentenze discordanti dei Tar regionali sul soggetto cui spetta la competenza nella revisione della Pianta Organica, il tema della maggior parte dei ricorsi finora presentati? Qualche giudice ha detto che tocca al consiglio comunale altri alla giunta, una discordanza che rende certi nuovi strascichi legali.
E allora domanda: colpa dei farmacisti o piuttosto di un legislatore approssimativo, spalleggiato da una macchina amministrativa troppo spesso inadeguata? Appena uscito dalle Camere il “Cresci-Italia”, gli esperti lo dissero a chiare lettere: con una legge così, i ricorsi fioccheranno come neve. Facile profezia: qualcuno di recente ha fatto notare che il Codice del lavoro svizzero consta di 130 pagine, quello italiano supera le 2.500 e non riesce a essere altrettanto chiaro. Si fanno leggi bizantine e prolisse – dimenticando l’adagio secondo il quale chi dice in 10 parole quello che potrebbe esprimere con quattro è capace di ogni male – e poi il sabotatore è chi le impugna. (AS)

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni