Edicola

Concorso, si riparla di criteri unici per i punteggi

19/02/2013 09:49:47
Sul concorso straordinario del “Cresci-Italia” torna a riaffacciarsi l’ipotesi di una griglia unica per l’assegnazione dei punteggi, che elimini la discrezionalità delle commissioni regionali. Questa almeno è l’indiscrezione che rimbalza dall’Ordine dei farmacisti di Roma e che spiegherebbe perché, dove la fase delle iscrizioni si è chiusa da tempo, le commissioni non abbiano ancora iniziato il lavoro: il Veneto attende ancora la pubblicazione del decreto con i nomi dei commissari, in Toscana e nel Lazio la commissione risulta insediata ma non si è ancora riunita. Incide la burocrazia, certo, ma a quanto pare se non si corre è perché dalla cabina di regia del concorso (il gruppo di lavoro formato dai tecnici delle Regioni più “esperte” in materia) starebbe per arrivare un documento contenente i criteri di valutazione dei titoli con punteggio «fino a…» (come recita il dpcm 298/94). Non è la prima volta che se ne parla: già l’estate scorsa, quando il concorso era soltanto un comma del decreto “Cresci-Italia”, al ministero della Salute si era discusso dell’opportunità di impartire alle commissioni di valutazione indirizzi stringenti sull’attribuzione dei punti, in modo da evitare che lo stesso candidato raccogliesse totali diversi nelle due Regioni in cui si sarebbe presentato.
Non se n’era più fatto nulla e la questione pareva definitivamente seppellita, poi l'indiscrezione da Roma. Che sembra però trovare riscontri soltanto parziali dalle amministrazioni regionali: fonti del servizio farmaceutico del Veneto confermano, in Toscana invece si smentisce e si ammette soltanto l’esistenza di un confronto in corso nella cabina di regia sulla strada con cui far procedere il concorso.
In attesa di ulteriori chiarimenti, sabato le Marche hanno chiuso la fase delle iscrizioni con un numero di candidature nettamente al di sopra della media. Ammontano infatti a 1.220 le domande presentate, che a fronte delle 62 sedi in assegnazione significa un rapporto di quasi 20 candidati per farmacia. Dovrebbe trattarsi della media più alta fin qui registrata (la Toscana si era fermata a un più contenuto 16 a 1), una performance che in Federfarma regionale si attribuisce non tanto a sedi più appetibili che altrove, quanto piuttosto a condizioni generali di lavoro – a partire dalla puntualità dei pagamenti Asl – tra le migliori del Centro-sud, tanto da attirare farmacisti anche da altre regioni. E’ forse lo stesso motivo che potrebbe avere invece pesato in senso opposto sulla Sicilia, che una settimana fa aveva chiuso la fase delle candidature con 1.876 domande presentate per 220 sedi a concorso, da cui un rapporto ben al di sotto di quel dieci a uno che rappresenta la media su cui si è assestata (grosso modo) la maggior parte delle amministrazioni.
Intanto, nelle Regioni dove il concorso ha superato la tappa delle adesioni si lavora all’insediamento delle commissioni giudicanti.

Notizie correlate

30/10/2017

Pagliacci ai rurali: Ministero promette riparazioni

L’emendamento al ddl Lorenzin approvato mercoledì dalla Camera, con il quale viene riportata sotto il tetto dei 35 punti anche la maggiorazione riconosciuta ai rurali per l’attività professionale, non corrisponde a quanto il Sunifar aveva sollecitato...
26/10/2017

Concorso, approvato l’emendamento “salva-graduatorie”

Nei concorsi per l’assegnazione di sedi farmaceutiche, il tetto dei 35 punti fissato dal Dpcm 298/94 «è da intendersi comprensivo dell’eventuale maggiorazione» per l’attività professionale che l’articolo 9 della legge 221/1968 riconosce ai farmacisti rurali...
20/04/2017

Concorso, Lorenzin: con Milleproroghe ritardi non fermeranno iter

La norma del decreto Milleproroghe, in vigore da marzo, che prolunga di sei anni la validità delle graduatorie del concorso straordinario (dalla data del primo interpello) eviterà che vengano vanificate le procedure già concluse finora, «offrendo al contempo...
07/11/2015

Concorso straordinario, Tar Liguria: ok procedura su preferenze e Pec

E’ legittima la procedura del concorso straordinario che obbliga i candidati a indicare un numero di preferenze, per la sede di assegnazione, pari alla propria posizione in classifica. E’ quanto asserisce il Tar Liguria nella sentenza con cui, giovedì, ha riconosciuto la validità della graduatoria definitiva approvata dalla Regione nell’estate scorsa...
05/11/2015

Concorso straordinario, aperta a Cirié (Torino) la prima farmacia

Ha aperto martedì a Cirié, comune di 18mila abitanti a una ventina di chilometri da Torino, la prima delle 2.500 farmacie istituite dal concorso straordinario del governo Monti. Assegnata a un’associazione costituita da Rossana Manzone e Gianfelice Novero...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni