Edicola

Medicinali rubati, indagine Nas-Aifa svela le rotte del traffico

19/05/2014 23:53:57
Altro che mercato nero dell’Europa dell’Est o del Vicino Oriente. Una buona parte dei medicinali razziati dalle farmacie ospedaliere e dai magazzini delle Asl italiane esce dalle frontiere, viene “lavata” come si fa con il denaro sporco, e poi torna in Italia. Dove entra nel circuito del parallel trade per arrivare prima in Gran Bretagna e Germania, quindi in Spagna, Portogallo e altri paesi ancora. Questo almeno è lo scenario che emerge dalle ultime risultanze dell’indagine avviata un mese fa da Aifa e Nas dopo la denuncia di un grossista inglese, cui erano state vendute alcune confezioni di herceptin rubate in Italia. L’inchiesta infatti ha portato alla scoperta di altre confezioni, prima trafugate (anche in Italia) e poi contraffatte e reimmesse nella filiera con false documentazioni. «Secondo le indagini» spiega l’Agenzia del farmaco in una nota diffusa ieri «in questo traffico sarebbero coinvolti diversi grossisti europei, che avrebbero emesso le fatture utilizzate per vendere i medicinali rubati a operatori italiani autorizzati, i quali a loro volta li avrebbero esportati verso altri mercati europei». Di qui, dunque, l’invito dell’Agenzia agli Stati Ue perché contattino «gli importatori paralleli con sede sul proprio territorio» e mettano «in quarantena» i prodotti eventualmente acquistati da tali imprese. Chi invece ha acquistato medicinali per l’esportazione da uno degli operatori italiani, è «invitato a segnalare il caso al Nucleo dei Carabinieri Nas competente per territorio e all’Aifa (all’indirizzo medicrime@aifa.gov.it), inviando dati e copie delle relative fatture, per consentire l’espletamento delle attività di indagine e controllo di rispettiva competenza».
Toccherà dunque ai Nas approfondire le eventuali responsabilità delle aziende italiane. Le quali, al momento, parrebbero le vittime: nel corso delle prime verifiche, infatti, i grossisti avrebbero mostrato agli inquirenti le attestazioni che in tali intermediazioni devono fornire i distributori esteri, rivelatesi però irregolari ai controlli. Intanto Aifa e Nas, coordinati dall’Unità di prevenzione istituita d’intesa con Farmindustria e Assoram, hanno avviato verifiche alle frontiere e su Internet. (AS)

Notizie correlate

14/09/2018

Al nuovo direttore generale dell’AIFA gli auguri di Federfarma

Federfarma formula i migliori auguri di buon lavoro al nuovo direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Luca Li Bassi, medico chirurgo ed esperto di management sanitario e sanità pubblica e conferma la disponibilità da parte delle farmacie alla massima collaborazione con una Istituzione che opera a tutela della salute dei cittadini...
10/01/2018

Nas, quasi 50mila i controlli nel 2017. Sotto la lente anche il comparto farmaceutico-sanitario

Sono stati circa 50mila (49.700 per l’esattezza) gli interventi dei Carabinieri dei Nas presso aziende, strutture e obiettivi vari nel 2017. E tra questi, 14.909 hanno evidenziato...
25/07/2017

Spesa farmaci, Aifa: convenzionata in crescita ma non sfonda

Invertendo l’ordine dei fattori, il risultato non cambia. E’ il commento che sorge spontaneo a leggere i dati del report con cui l’Aifa fotografa l’andamento della spesa farmaceutica pubblica nei primi tre mesi dell’anno: anche se da gennaio il sistema di tetti è cambiato (con la distribuzione diretta che è andata a sommarsi all’ospedaliera e la convenzionata si è messa a correre per...
16/06/2017

Al nuovo Comandante dei NAS, Adelmo Lusi, gli auguri di Federfarma

Federfarma formula i migliori auguri di buon lavoro al nuovo comandante dei NAS, Adelmo Lusi, e conferma la volontà di massima collaborazione da parte delle farmacie con una Istituzione che da sempre opera instancabilmente per il rispetto della legalità e contro ogni tipo di truffa nel settore della salute e dei farmaci...
07/06/2017

Tavolo sulla diretta, al via due sottogruppi su Pht e modelli distributivi

Si sposta su Pht e modelli distributivi locali la lente del gruppo di lavoro sui costi della diretta varato a gennaio dal Tavolo del Mise sulla governance del farmaco e coordinato dall’Aifa. Con l’obiettivo comune, Regioni e filiera, di ragionare su un percorso che porti a una significativa riduzione delle distanze oggi esistenti a livello territoriale in materia di doppio canale...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni