Edicola

L’allarme delle Regioni: cambiare il Patto per la salute o Ssn in default

19/12/2012 10:08:11
Il Patto per la salute 2013-2015 dovrà assicurare risorse sufficienti a garantire la sostenibilità dell’attuale sistema sanitario, senza le quali si prefigurerebbe «un autentico default dell'intero Ssn». L’avvertimento arriva dalle Regioni, che questa settimana consegneranno alla Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori e sui disavanzi regionali in campo sanitario un “memorandum” in cui sono riassunte tutte le “spine” del rapporto tra autonomie e governo centrale. Il documento, anticipato oggi dal sito Regioni.it, è un sintetico elenco di doglianze sullo stato di salute della Sanità federalista. A proposito di Patto per la salute, per esempio, i governatori lamentano gli effetti delle Manovre più recenti sull’ultimo accordo (2010-2012) e chiedono per il prossimo un cambio di marcia, in modo da non fare più del Patto lo strumento con cui «condividere tra Regioni e Province autonome la responsabilità dei tagli già decisi» ma piuttosto la leva per «promuovere l'assunzione di responsabilità tra Governo e Regioni nell'individuare strumenti innovativi per garantire un futuro certo al Ssn, seppure in una congiuntura economica difficile». I segnali che arrivano riguardo al nuovo anno, invece, non inducono all’ottimismo: il dl Stabilità – ricordano le Regioni – mira a ridurre le disponibilità finanziarie del Fondo sanitario di 1,6 miliardi di euro per il biennio 2013-2014, da cui un ulteriore “limata” alle chance di garantire la sostenibilità del Ssn: «dopo i pesanti interventi normativi dell’agosto 2011 e del luglio 2012» è l’atto d’accusa dei governatori, «per la prima volta il finanziamento riguardante il nuovo anno scende al di sotto dell’anno precedente, in valore assoluto di circa 1 miliardo». Infine, le Regioni puntano il dito anche sullo strumento dei Piani di rientro, da rivedere nelle sue dinamiche interne: per esempio, osservano le amministrazioni, «è opportuno legare le verifiche sul raggiungimento degli obiettivi di Piano non solo all’aspetto economico, ma al miglioramento complessivo dell’attività assistenziale». Quanto al blocco del turn over sul personale sanitario, è «indifferibile» l’introduzione di misure che attenuino la rigidità della misura «attraverso la previsione di una quota percentuale di personale dirigenziale e di comparto» commisurata «alla quota percentuale del personale cessato nell’anno precedente».

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni