Edicola

Carenze, interventi di contrasto già nel d.lgs anticontraffazione

19/01/2014 22:57:34
Sulle carenze nella filiera farmaceutica il governo ha già definito da diverse settimane un pacchetto di misure di contrasto. Che comprendono un giro di vite sugli obblighi a carico dei distributori nelle forniture alle farmacie ed elenchi Aifa dei medicinali interessati da irreperibilità, per i quali scatteranno limiti all’esportazione. Lo ha ricordato il ministero della Salute in una nota diffusa venerdì: nel decreto legislativo che recepisce la direttiva 2011/62/UE sulla contraffazione dei medicinali, recita il comunicato, sono state approvate «dal Consiglio dei ministri specifiche disposizioni dirette a garantire» la reperibilità dei farmaci «ritenuti essenziali e non sostituibili».
Come si ricorderà (vedi), il testo venne licenziato il 3 dicembre scorso e ad attirare l’attenzione furono soprattutto le disposizioni relative al commercio on line dei farmaci. Tra le altre misure del decreto, però, c’era anche quella che estendeva l’obbligo di servizio pubblico a carico dei grossisti per assortimento e forniture (articolo 1, comma 1 del d.lgs 219/2006) pure ai «medicinali per i quali siano stati adottati specifici provvedimenti in considerazione delle carenze sul mercato e dell’assenza di valide alternative terapeutiche». La disposizione (che non a caso manca nella direttiva da cui discende il decreto) è formale soltanto in apparenza: di fatto, obbliga i distributori a privilegiare il mercato interno nelle forniture e dà ad Aifa e Nas gli strumenti per intervenire severamente nei confronti di chi, nell’attività di intermediazione, antepone l’esportazione agli ordinativi delle farmacie. Lo ha ricordato venerdì in un’altra nota la stessa Agenzia del farmaco: una volta concluso l’iter legislativo del decreto, la norma consentirà «di redigere specifici elenchi di farmaci dei quali limitare l’esportazione».
Se tale provvedimento fa parte del decreto si deve anche all’intensa collaborazione che per diversi mesi Federfarma ha offerto al Ministero nella stesura del testo, collaborazione di cui c’è traccia anche nelle norme sui farmaci on-line. E c’è anche Federfarma dietro alle integrazioni che potrebbero scaturire dall’iter parlamentare del decreto. Per diventare legge, infatti, il provvedimento deve raccogliere il parere delle commissioni competenti e della Conferenza Stato-Regioni, quindi tornare in Consiglio dei ministri per l’ok finale. Mercoledì scorso, durante l’esame del testo in commissione Sanità del Senato, Laura Bianconi (Ncd) ha raccolto le sollecitazioni del sindacato titolari per suggerire al Governo «l'opportunità di prevedere un sistema di comunicazioni periodiche», tra Aifa e operatori del settore farmaceutico, «al fine di prevenire improvvise penurie di medicinali».
Gli interventi di Ministero e Aifa fanno seguito agli articoli di stampa che venerdì hanno dato conto dell’allarme lanciato da Federfarma Roma sul problema carenze nella Capitale. E che a sua volta è solo l’ultimo di una lunga serie di richiami partiti dalle rappresentanze territoriali del sindacato. Tra le ultime si possono ricordare le lettere ai prefetti delle Unioni regionali di Abruzzo e Molise, l’appello di Federfarma Veneto all’assessore alla Sanità Luca Coletto (coordinatore degli assessori regionali), poi raccolto dallo stesso Coletto con un intervento in Consiglio regionale, l’incontro tra Federfarma Napoli e i Nas, la lettera di Federfarma Marche ai giornali locali e, prima ancora, quella a Il Mattino di nuovo del sindacato partenopeo. Per quanto concerne il livello nazionale, invece, vale la pena ricordare i numerosi interventi sull’Aifa per censurare il comportamento di alcuni produttori (restii a rispondere a ordini diretti entro le 48 ore, come legge vorrebbe), le pressioni nei confronti delle amministrazioni regionali per una valutazione più severa delle richieste di autorizzazione alla distribuzione intermedia (la cosiddetta tolleranza zero), la proposta all’Aifa del “dual price” poi raccolta dall’Agenzia nell’ambito del tavolo costituito con la filiera per discutere del fenomeno.
Di tutte queste iniziative, così come delle recenti misure adottate dal governo, parlerà domani in tv, dalle 8.40 a Unomattina, la presidente di Federfarma Annarosa Racca. (AS)

Notizie correlate

28/12/2017

Protocollo carenze, Tar Lazio respinge ricorso

Il Protocollo sulle carenze firmato nel settembre 2016 da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco non ha il valore di un provvedimento amministrativo e dunque non può essere impugnato. E’ quanto afferma la sentenza con la quale il Tar Lazio ha dichiarato...
18/03/2017

Sostanze irreperibili della tabella 2, Federfarma fa il punto

Causa carenze e interruzioni nella produzione, le farmacie del territorio stanno incontrando difficoltà ad assicurare la disponibilità di alcune delle sostanze obbligatorie elencate dalla tabella 2 della Farmacopea ufficiale. E’ il caso, in particolare, dell’ampicillina...
04/03/2017

Farmacisti-grossisti, Di Giorgio (Aifa): si va nel giusto verso

«Ognuno difende il proprio business ed è comprensibile che sia così, ma prima viene la tutela della salute e dunque la continuità della tracciatura del farmaco nel circuito distributivo». Sono le parole con cui Domenico Di Giorgio, direttore dell’Ufficio qualità e contraffazione dell’Aifa, tira un bilancio della riunione tenuta lunedì scorso dal Tavolo sulle carenze...
01/03/2017

Al tavolo carenze chiarimento serrato tra Aifa e farmacisti-grossisti

Sull’insovrapponibilità tra vendita al dettaglio e distribuzione all’ingrosso di farmaci, così come enunciata dal parere del ministero della Salute del 2 ottobre 2015, Aifa e filiera del farmaco non sono disponibili a fare passi indietro...
07/10/2016

Protocollo carenze, dopo Lazio e Lombardia firma anche il Friuli

Dopo quelle di Lazio e Lombardia, spunta anche la firma del Friuli Venezia Giulia in calce al protocollo sulle carenze firmato il 13 settembre da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco. Lo sancisce la delibera approvata dalla Giunta regionale venerdì scorso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni