Edicola

Carenze, a Unomattina i presidenti Racca e Scaccabarozzi

20/05/2015 00:16:00
Il problema delle carenze nella filiera del farmaco è dovuto a un ristretto gruppo di distributori, che privilegiano le esportazioni alle forniture sul territorio nazionale per lucrare sulle differenze di prezzo esistenti tra Italia e altri Paesi europei. Lo hanno ripetuto ieri a Unomattina la presidente di Federfarma, Annarosa Racca, e il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi. «Il fenomeno» ha ricordato Racca «si verifica quando si comincia a considerare il farmaco una merce anziché uno strumento di salute. Il parallel trade è legale e quindi non ci sono mezzi per contrastarlo, ma non è tollerabile che si anteponga la domanda proveniente dall’estero ai bisogni dei malati italiani».



«Le aziende produttrici» ha spiegato dal canto suo Scaccabarozzi «stimano di anno in anno i quantitativi da produrre in base ai dati dei consumi pregressi, corretto al rialzo per evitare penurie. Capita talvolta che alcuni distributori facciano ordinativi superiori al normale anche di 10-15 volte, le aziende però non soddisfano in una sola consegna la richiesta perché significherebbe lasciare a secco gli altri».

Per la presidente Racca, quindi, l’unica risposta può arrivare da chi ha la responsabilità dei controlli: «Lo diciamo da tempo» ha detto «le Regioni devono rilasciare con cautela le autorizzazioni alla distribuzione all’ingrosso e devono eseguire ispezioni periodiche accurate, per far emergere quei grossisti che in realtà fanno sopratuttto parallel trade». (AS)

Notizie correlate

28/12/2017

Protocollo carenze, Tar Lazio respinge ricorso

Il Protocollo sulle carenze firmato nel settembre 2016 da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco non ha il valore di un provvedimento amministrativo e dunque non può essere impugnato. E’ quanto afferma la sentenza con la quale il Tar Lazio ha dichiarato...
18/03/2017

Sostanze irreperibili della tabella 2, Federfarma fa il punto

Causa carenze e interruzioni nella produzione, le farmacie del territorio stanno incontrando difficoltà ad assicurare la disponibilità di alcune delle sostanze obbligatorie elencate dalla tabella 2 della Farmacopea ufficiale. E’ il caso, in particolare, dell’ampicillina...
04/03/2017

Farmacisti-grossisti, Di Giorgio (Aifa): si va nel giusto verso

«Ognuno difende il proprio business ed è comprensibile che sia così, ma prima viene la tutela della salute e dunque la continuità della tracciatura del farmaco nel circuito distributivo». Sono le parole con cui Domenico Di Giorgio, direttore dell’Ufficio qualità e contraffazione dell’Aifa, tira un bilancio della riunione tenuta lunedì scorso dal Tavolo sulle carenze...
01/03/2017

Al tavolo carenze chiarimento serrato tra Aifa e farmacisti-grossisti

Sull’insovrapponibilità tra vendita al dettaglio e distribuzione all’ingrosso di farmaci, così come enunciata dal parere del ministero della Salute del 2 ottobre 2015, Aifa e filiera del farmaco non sono disponibili a fare passi indietro...
07/10/2016

Protocollo carenze, dopo Lazio e Lombardia firma anche il Friuli

Dopo quelle di Lazio e Lombardia, spunta anche la firma del Friuli Venezia Giulia in calce al protocollo sulle carenze firmato il 13 settembre da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco. Lo sancisce la delibera approvata dalla Giunta regionale venerdì scorso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni