Edicola

Campania, Stabile al governatore De Luca: rurali da tutelare

20/09/2017 00:37:04
La conversione in legge del ddl concorrenza rende urgente l’adozione di interventi a sostegno delle farmacie operanti in aree disagiate, in modo da scongiurare che i loro titolari cedano alla tentazione di «delocalizzare in ambiti socio-territoriali più redditizi». Interventi che non devono limitarsi soltanto alla concessione di «provvidenze adeguate alle attuali necessità di servizio», ma devono anche passare da un riordino delle norme regionali orientato alla tutela della Pianta organica. E’ quanto chiede il presidente di Federfarma Campania, Nicola Stabile, nella lettera inviata lunedì al governatore della Regione, Vincenzo De Luca, per passare in rassegna le questioni che trovano più sensibile il sindacato titolari.

L’allarme, come scrive Stabile, riguarda le farmacie rurali: la richiesta, in sintesi, è quella di «promuovere in consiglio regionale un intervento legislativo» che scongiuri «la fuga delle farmacie dai piccoli centri e lo spostamento in zone più redditizie». Per il presidente di Federfarma Campania, la proposta di legge regionale dovrebbe puntare a due obiettivi: da un lato, «sostenere e motivare chi è costretto a operare in situazioni disagiate» con incentivi e agevolazioni commisurate ai costi che oggi devono affrontare le piccole farmacie per assicurare il servizio; dall’altro, restituire alla Regione quel «ruolo di programmazione e coordinamento dell’assetto farmaceutico» che gli interventi adottati «in maniera spesso irragionevole e disorganica» dalle precedenti amministrazioni hanno «aggredito e svuotato».

Il riferimento, in particolare, è alle disposizioni regionali che hanno stravolto le norme nazionali in materia di dispensari, ai «trasferimenti fuori sede autorizzati al di fuori di situazioni oggettivamente gravi, urgenti e provvisorie», alla «disinvolta istituzione di sedi col criterio topografico», ai «commissariamenti comunali che si protraggono per anni», alle «prelazioni comunali affidate a gestioni private». Occorre, riassume Stabile, una proposta di legge che «coordini e disciplini» le norme in vigore, difenda «la riserva territoriale della sede farmaceutica da “invasioni” che non sono limitate a eventi di oggettiva emergenza», ripristini il valore della Pianta organica «quale strumento di pianificazione del servizio farmaceutico sul territorio». Il rischio, conclude il presidente di Federfarma Campania, è che proliferi «una molteplicità di modelli e “campanili”, ciascun dotato di un proprio “personalizzato” assetto farmaceutico». Per le farmacie rurali, già minacciate dal capitale, resistere sarebbe ancora più difficile. (AS)

Notizie correlate

28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
07/12/2017

Agevolazioni ai rurali, legge in Gazzetta: nuovi limiti dal 1° gennaio

Entreranno in vigore dal primo gennaio i nuovi limiti di fatturato al di sotto dei quali piccole farmacie e rurali sussidiate hanno diritto alle agevolazioni della 662/96 sugli sconti Ssn. E’ quanto ricorda la circolare diffusa ieri da Federfarma e Sunifar per dare conto della pubblicazione in Gazzetta del decreto fiscale, convertito nella legge 172/2017...
01/12/2017

Rurali, è legge l’aumento soglie per agevolazioni sugli sconti

E’ legge la disposizione del decreto fiscale che innalza le soglie di fatturato al di sotto delle quali piccole farmacie ed esercizi rurali accedono agli sconti agevolati. Il via libera finale è arrivato ieri dall’aula della Camera, che ha approvato il testo di conversione...
17/11/2017

Agevolazioni rurali, emendamento approvato anche dall’aula

Supera anche la prova dell’aula l’emendamento al decreto fiscale che alza le soglie di fatturato e allarga la platea delle farmacie (rurali sussidiate e piccoli esercizi) ammesse allo sconto Ssn ridotto. Approvato l’altro ieri dalla commissione Bilancio...
16/11/2017

Agevolazioni ai rurali, passa l'emendamento che innalza le soglie

L’aggiornamento dei tetti di fatturato che danno diritto alle agevolazioni sullo sconto Ssn per rurali sussidiate e farmacie a basso fatturato potrebbe finalmente passare, sfruttando il ddl di conversione del decreto fiscale. E’ la speranza accesa martedì sera...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni