Edicola

Credifarma, nel 2016 Mol di nuovo in utile per circa un milione di euro

21/02/2017 00:44:07
Superano gli obiettivi di programma i risultati conseguiti nel 2016 da Credifarma, la finanziaria dei farmacisti partecipata da Federfarma, Bnl Gruppo Bnp-Paribas e Unicredit: il Margine operativo lordo (Mol), che nel 2015 evidenziava una perdita di 5,2 milioni di euro, risulta ora in attivo di quasi un milione e il risultato lordo torna a far registrare un utile (di 560mila euro) dopo tre esercizi. Questi alcuni dei numeri che, secondo quanto riferisce la stessa Credifarma in un comunicato, sono stati sottoposti al Consiglio di amministrazione in vista della seduta del 21 marzo. «E’ ripartita la struttura commerciale» commenta l’amministratore delegato della finanziaria, Marco Alessandrini «e il brand Credifarma si conferma sinonimo di affidabilità e solidità a sostegno delle farmacie, grazie anche a un patrimonio di reputazione riconosciuto ed apprezzato. La componente di costo, aggredita con determinazione, è stata allineata alle best practice di sistema, ma non ha condizionato i programmi di sviluppo, il cui obiettivo è quello di migliorare la customer experience dei clienti, attraverso investimenti in nuove tecnologie e la digitalizzazione del modello di servizio». «Viene ripagato il lavoro di tutta la squadra di Credifarma» commenta il presidente, Michele Di Iorio «un doveroso ringraziamento va al personale che con il proprio impegno e sotto la guida della dirigenza ha mostrato di tenere al futuro della società. Abbiamo messo un punto, ora però bisogna lavorare per la crescita, perché Credifarma rappresenta un asset strategico della farmacia. Federfarma lo sa, devono rendersene conto anche tutti i titolari».

Il buon andamento della gestione, continua la nota, è stato accresciuto da riprese di valore, «a dimostrazione di un approccio prudenziale nella gestione degli accantonamenti: 70,5% copertura delle sofferenze e 51,6% dei crediti deteriorati». Sotto controllo anche il costo del rischio, con un rapporto tra sofferenze nette e crediti netti dello 0,8%. E’ stata inoltre riqualificata la composizione del margine di intermediazione, con la componente commissionale che sale al 47%. Migliora poi la solidità patrimoniale della società, con il CET 1 che si attesta al 10,6%, oltre due punti sopra l’esercizio precedente.

L’anticipazione dei risultati del 2016, oltre a sancire la conclusione del programma di “turnaround”, arriva a seguito di due eventi di rilievo per Credifarma: a metà dicembre Federfarma, socio di maggioranza della finanziaria, ha sottoscritto l’aumento di capitale sociale confermando il proprio sostegno alla società; a gennaio, poi, è giunta la delibera della Banca d’Italia che ha autorizzato l’iscrizione di Credifarma nel nuovo Albo unico degli intermediari finanziari. «Nel corso del corrente esercizio» conclude dunque la nota «si farà leva sull’ampliamento del catalogo prodotti per assumere sempre maggiore rilevanza nel comparto della farmacia italiana».

Notizie correlate

31/01/2018

Credifarma: accordo con Banca IFIS

“Gli accordi per il rilancio di Credifarma sottoscritti ieri da Federfarma con Banca IFIS permetteranno alla finanziaria di assicurare alle farmacie nuovi prodotti finanziari, mirati alle specifiche esigenze di ciascun titolare e capaci di dare un grande contributo alla sostenibilità e al potenziamento delle farmacie come anche allo sviluppo della rete delle reti...
28/04/2017

Credifarma, ok al bilancio 2016: conti di nuovo in utile

Credifarma si mette definitivamente alle spalle un triennio di bilanci dal segno meno e chiude il 2016 con un risultato operativo netto di 438mila euro. E’ quanto emerge dal bilancio consuntivo approvato ieri dall’Assembla degli azionisti della società...
03/01/2017

Di Iorio: ok di Bankitalia importante per Credifarma e per farmacie

«Ora per Credifarma si aprono nuovi orizzonti: andranno definiti i nuovi prodotti da offrire ai farmacisti, dovremo allargare il parco delle farmacie clienti, ma a prescindere dalle scelte che verranno fatte la categoria sa ora di possedere una finanziaria solida e affidabile...
31/12/2016

Ok di Bankitalia, Credifarma può operare nel mercato del credito

Banca d’Italia ha dato luce verde all’iscrizione di Credifarma nell’elenco dei mediatori finanziari ex articolo 106 del Tub, il Testo unico del comparto bancario. La notizia rimbalza direttamente dai vertici della società, partecipata al 66% da Federfarma...
16/12/2016

Credifarma, approvato dai soci l’aumento di capitale

Ottiene luce verde anche dai partner bancari la ricapitalizzazione di cui ha bisogno Credifarma per entrare nell’Albo dei mediatori finanziari e operare sul mercato del credito. E’ l’esito dell’assemblea dei soci convocata ieri a Roma per approvare...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni