Edicola

Federanziani, nel 44% dei politrattati aderenza terapeutica a rischio

22/07/2017 00:04:39
L'assunzione di troppe pillole mette a serio rischio l'efficacia delle cure e la salute degli anziani. Il motivo? L'insufficiente aderenza alla terapia. E' quanto emerge da una ricerca del Centro studi di economia sanitaria di Senior Italia Federanziani, condotto su 1.427 “over 65” con ipertensione arteriosa. Il 71% è sottoposto a due programmi terapeutici per il trattamento della pressione alta e della dislipidemia. E nel 44% dei casi emerge un inadeguato controllo farmacologico della patologia.

Ma quali sono le cause della scarsa aderenza alla terapia? Nel 70,4% la dimenticanza, i consumatori di più di 7 farmaci differenti sono prevalentemente over 75. Nel 10,3% la confusione per i troppi farmaci da assumere, confezioni troppo simili o nomi troppo somiglianti. Nel 32,9% un insufficiente coinvolgimento nel programma terapeutico e il mancato rispetto delle indicazioni mediche. Il 12%, raggiunto il benessere, sospende autonomamente la terapia e il 23% in trattamento con più di 6 tipologie di farmaci diversi abbandona per eccessiva complessità.

Diverse le soluzioni proposte dagli intervistati per una corretta compliance del programma terapeutico e migliorare l'aderenza alla terapia. Contro la dimenticanza l'accesso a tecnologie che ricordino l'assunzione dei farmaci a orario e facilitino l'aderenza soprattutto nei pazienti politrattati; contro la confusione una riduzione del numero di compresse da assumere e la disponibilità di farmaci con packaging e blister simili per area terapeutica.

E ancora: contro lo scarso coinvolgimento nel programma terapeutico si suggerisce un costante monitoraggio da parte del personale infermieristico e medico, con un maggiore coinvolgimento sugli obiettivi da raggiungere e i possibili effetti indesiderati. Inoltre, per agevolare le politerapie, utile l'impiego di compresse contenenti più principi attivi: l'87% degli over 65 coinvolti, infatti, preferirebbe farmaci in associazione che consentirebbero la riduzione del numero di pillole mantenendo lo stesso programma terapeutico. Di questi oltre il 59% non conosceva l'esistenza di tali farmaci e solo il 7% in trattamento per malattia cronica attualmente assume farmaci in associazione.

La mancata aderenza alla terapia è responsabile di 194.500 decessi ogni anno in Europa - spiega una nota - con elevati costi sanitari diretti e indiretti stimati in 125 miliardi di euro annui. In Italia il risparmio ottenibile raggiungendo l'80% dell'aderenza ai programmi terapeutici nelle patologie croniche è stimato dal Centro studi di economia sanitaria di Senior Italia Federanziani in 11,4 miliardi di euro l'anno in termini di riduzione delle complicanze, accessi al pronto soccorso e ospedalizzazioni.

«Per ottimizzare l'aderenza e la persistenza alla terapia» commenta il presidente di Senior Italia Federanziani, Roberto Messina «occorre un'azione condivisa, sinergica, costruttiva e concreta degli attori del sistema salute per sviluppare programmi di informazione e formazione del paziente, diffondere strumenti tecnologici per facilitare l'assunzione dei farmaci, incentivare il mondo dell'industria all'utilizzo di packaging dalle caratteristiche simili per aree terapeutiche, diminuire il numero di compresse attraverso un più diffuso impiego di farmaci in associazioni fisse e coinvolgere il paziente nel programma di terapia attraverso un costante monitoraggio».

Notizie correlate

16/01/2018

Lo psicologo in farmacia, ecco il modello vincente

“Psicologia in farmacia. Un nuovo modello di aiuto” è il titolo del convegno di ieri in Senato, organizzato dal Consiglio Nazionale Ordine Psicologi e patrocinato dalla Federazione Ordini Farmacisti Italiani. Obiettivo dei lavori, quello di definire le procedure...
16/10/2017

Rete di protezione, l’obiettivo è recuperare valore ed efficienza

Recupero di efficienza e incremento del valore. Sono i due cardini del progetto con cui Federfarma e Federfarma Servizi intendono costruire attorno alle farmacie dei farmacisti una “rete di protezione” che le renda competitive nella sfida con il capitale. L’anticipazione è stata fornita nella giornata clou della IV Convention Federfarma.co – Federfarma Servizi...
06/09/2017

Rete, passa alla fase 2 il progetto Federfarma-Federfarma Servizi

Passa alla fase due il progetto congiunto lanciato da Federfarma e Federfarma Servizi per costruire la “rete delle reti”, la meta-aggregazione delle farmacie indipendenti che vogliono competere alla pari con il capitale. E’ l’esito dell’incontro che ieri ha aggiornato il cantiere dei lavori, aperto ufficialmente il 12 luglio scorso...
01/09/2017

Aderenza terapeutica, studio inglese quantifica benefici e risparmi

Il New medicine service, il servizio di consulenza erogato dalle farmacie inglesi per conto del Nhs con l’obiettivo di accrescere l’aderenza terapeutica nei pazienti che cominciano un nuovo trattamento, non solo raccoglie il gradimento degli assistiti ma assicura...
28/07/2017

Le farmacie accettano la sfida del “Governo della domanda”

Le farmacie private di Bergamo e provincia accettano la sfida e saltano sul treno del “Governo della domanda”, il nuovo modello di gestione delle cronicità varato dalla Lombardia nell’ambito della riforma della Sanità regionale. Anzi, per essere precisi...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni