Edicola

Fondo sanitario, ok al riparto: quota indistinta a 109,2 miliardi

24/02/2017 07:30:41
Otto miliardi di euro al Piemonte, quasi nove al Veneto e alla Sicilia, 10 al Lazio, quasi 12 alla Lombardia. Sono alcune delle cifre che spiccano dal riparto del Fondo sanitario nazionale per il 2017, messo a punto ieri dalle Regioni e ora in viaggio verso il ministero della Salute per il via libero definitivo. La quota indistinta sulla quale è stata effettuata la suddivisione ammonta a 109,2 miliardi di euro, perché sono stati tenuti fuori il miliardo vincolato al fondo per i farmaci innovativi (oncologici ed epatite C), i 100 milioni riservati all’acquisto dei vaccini, i 113 della premialità aggiuntiva (che serviranno a integrare la dotazione di Liguria e Campania, le due regioni con la popolazione più anziana e giovane) e altre quote vincolate fino ai 112 miliardi e rotti che costituiscono la dote complessiva del Ssn per quest’anno.

Le cifre risultanti dal riparto meritano di essere messe subito sotto la lente anche dai titolari di farmacia, perché è da questi stanziamenti che ogni Regione ricaverà i tetti della propria spesa farmaceutica, quella convenzionata (7,86% del fondo) e quella per diretta-dpc più acquisti ospedalieri (6,89%). I calcoli però non verranno effettuati su queste cifre ma su numeri leggermente inferiori, perché la base non è data dai 109,2 miliardi del riparto (vedi tabella) ma dai 108,6 che risultano una volta esclusi dal fondo i 600 milioni destinati alla premialità base e ad altre voci. Ciò significa che rispetto al 2016 l’aumento netto della quota indistinta netta ammonta a circa 200 milioni.

Si dovrebbe avere un quadro definitivo e dettagliato delle cifre una volta che il riparto verrà approvato dal ministero della Salute. Intanto dal fronte delle Regioni arrivano commenti soddisfatti sui tempi dell’operazione, conclusa per il secondo anno consecutivo a esercizio iniziato da breve. «Sono molto soddisfatto» commenta il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini «mi auguro che si possa procedere nel più breve tempo possibile per arrivare all’erogazione rapida delle risorse, fondamentali per un servizio essenziale quale è quello sanitario». «La proposta di riparto ci soddisfa» dice il governatore della Puglia, Michele Emiliano «abbiamo fatto passi da gigante, il bilancio sanitario è in pareggio e anzi presenta qualche avanzo e questo è un risultato strepitoso». «Il riparto del Fondo sanitario nazionale, che assegna all'Umbria oltre 1 miliardo 640 milioni di euro, quattro in più rispetto al 2016, rappresenta un significativo consolidamento della capacità del sistema sanitario pubblico umbro di mantenere in perfetto equilibrio la gestione economica, accanto alla sua capacità di garantire tutti i livelli essenziali di assistenza» commentano la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e l'assessore regionale Luca Barberini. «Giudico in maniera assolutamente positiva il fatto che per il secondo anno di fila l'intesa sia stata definita all'inizio dell'anno", afferma Antonio Saitta, coordinatore degli assessori regionali alla Sanità. «Dieci milioni in più per le Marche nel riparto del Fondo sanitario regionale rispetto allo scorso anno» sono un fatto «importante», annuncia il presidente Luca Ceriscioli. «Piena soddisfazione» anche da parte del presidente della Campania, Vincenzo De Luca, che riceve nel 2017 un fondo più alto di 52 milioni rispetto allo scorso anno. Fuori dal coro il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti, che pur dicendosi «soddisfatto» perché il fondo della Liguria «ha ottenuto qualche briciola in più», nota come «il riparto paga lo scotto di crescere meno di quanto sarebbe stato necessario. Non è il caso di festeggiare». (AS)

Notizie correlate

18/10/2016

Fondo sanitario 2017, vince il Ssn: confermati 113 miliardi del Def

E’ il momento degli applausi e dei ringraziamenti per Beatrice Lorenzin, ministro della Salute perennemente sulla breccia quando c’è da battagliare sui soldi per la Sanità. Perché se nella Legge di Bilancio licenziata sabato dal Consiglio dei ministri...
14/10/2016

Manovra: emerge ipotesi Fondo Ssn a 112 miliardi

Entra nelle fasi decisive la partita tra Governo e Regioni sui soldi che la Legge di Bilancio (ex Stabilità) metterà nel piatto l’anno prossimo per il Ssn: stamattina i governatori si riuniscono in seduta straordinaria per esaminare le cifre messe nero su bianco...
11/10/2016

Legge bilancio, Marazziti: su Ssn si lavora a Fondo di 113 miliardi

Al Servizio sanitario nazionale verrà assegnato per il 2017 un finanziamento di poco più di 113 miliardi di euro, cioè quanto preventivato questa primavera dal Documento di economia e finanza. Questo almeno è l’obiettivo al quale stanno lavorando Governo e maggioranza secondo Mario Marazziti...
12/02/2016

Fondo sanitario, riparto ok. Bressa (Mise): 113 mld al Ssn nel 2017

C’è luce verde anche dalla Conferenza delle Regioni per la proposta di riparto del Fondo sanitario 2016 varata la settimana scorsa dai governatori. Poco più di 108,4 i miliardi ripartiti, secondo un meccanismo di riporti e recuperi che dovrà garantire a tutti i governi...
03/11/2015

Fondo sanitario, Regioni non arretrano: serve un miliardo in più

Non basteranno i 111 miliardi di euro che la Legge di Stabilità promette per il 2016 al Servizio sanitario. Ne serve almeno uno in più, per coprire contratti, innovativi e altro ancora. E’ la richiesta che, in tema di manovra finanziaria, le Regioni hanno rinnovato oggi in due distinti round...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni