Edicola

Decreto terremoto, approvato dalla Camera emendamento su dpc

24/03/2017 00:56:45
Nelle regioni colpite dai fenomeni sismici di questi mesi, le farmacie del territorio potranno essere autorizzate a dispensare in dpc i medicinali normalmente forniti dalle Asl in distribuzione diretta, sulla base di piani sottoposti all’approvazione del Comitato permanente per i Lea (Livelli essenziali di assistenza). E’ quanto prevede la versione rimaneggiata dell’emendamento Tancredi al decreto legge che impartisce interventi urgenti per le popolazioni colpite dal terremoto. Riscritta dalla commissione Ambiente, la proposta di modifica è stata approvata ieri dalla Camera quasi all’unanimità (un solo voto contrario) assieme al resto del provvedimento, che ora è in viaggio per il Senato. Nella nuova formulazione, il testo affida alle Regioni delle aree colpite il compito di predisporre «un piano straordinario» che, «senza nuovi o maggiori oneri», definisca «le modalità organizzative» con cui assicurare alle popolazioni l’accesso al farmaco, «anche prevedendo che i medicinali normalmente oggetto di distribuzione diretta da parte delle Asl possano essere distribuiti temporaneamente dalle farmacie convenzionate». Il tutto alle condizioni previste dalle intese sulla dpc sottoscritte a livello locale.

I piani, prescrive ancora l’emendamento, dovranno essere redatti dalle Regioni (quattro: Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo) entro il prossimo 30 aprile e trasmessi al Comitato permanente per l’erogazione dei Lea, i Livelli essenziali di assistenza. Il quale a sua volta avrà tempo fino al 15 maggio per «esprimersi». Tempi rigidi e contingentati, insomma, che Federfarma mostra di apprezzare. «Questo intervento» recita il comunicato diffuso dalla Federazione «rappresenta un importante segnale di attenzione nei confronti della popolazione e del ruolo svolto dalle farmacie nelle zone terremotate». «Si tratta» osserva in particolare il presidente del Sunifar, Alfredo Orlandi «di un risultato che paga l’intenso lavoro condotto con tutti i gruppi politici: ci abbiamo creduto e non abbiamo mai mollato. Abbiamo aperto la breccia, confidiamo ora che le Regioni, in stretta collaborazione con le organizzazioni regionali di Federfarma, colgano appieno l’unanime consenso politico raccolto dall’emendamento». «Le farmacie» ricorda la presidente nazionale di Federfarma, Annarosa Racca «si sono messe da subito a disposizione della popolazione per fornire farmaci e assistenza in condizioni di enorme disagio. L’emendamento riconosce questo impegno e dà agli esercizi rurali dei territori colpiti la possibilità di svolgere il proprio ruolo in modo ancora più efficace». (AS)

Notizie correlate

14/09/2017

Dpc, una “piena” di rinnovi: 8 intese regionali in scadenza

C’è chi ha già cominciato a trattare con le farmacie, chi ha prorogato di qualche mese la scadenza per guadagnare tempo, chi temporeggia o neanche mostra interesse. Casistica variegata per le otto regioni e province autonome che da qui alla fine dell’anno...
20/07/2017

Emilia Romagna, Federfarma bacchetta la Regione sui “Cef”

Si fanno fatica a capire le motivazioni per cui la Regione Emilia Romagna insiste a mantenere alcuni farmaci di fascia A-Pht in una categoria a se stante denominata Cef (Concedibili extra-farmacia) che di fatto equivale a una distribuzione diretta nelle sole farmacie ospedaliere o distrettuali. E’ quanto scrive Federfarma Emilia Romagna in una lettera inviata ieri all’assessorato...
11/03/2017

Atto d’indirizzo, ecco il testo della terza stesura

Per le Regioni l’eliminazione del promemoria dovrà entrare tra gli obiettivi della dematerializzazione disegnata dalla nuova convenzione tra farmacie e Ssn. E in materia di dpc e integrativa, sparisce l’idea di arrivare a una «tariffa unica massima»...
18/01/2017

Convergenza Federfarma-Regioni su ridimensionamento

La distribuzione diretta è cresciuta negli anni in modo sconsiderato ed è ormai tempo di valutarne un serio ridimensionamento, attraverso travasi verso la convenzionata e la dpc. Le farmacie lo dicono da tempo, ora sono disposte ad ammetterlo anche le Regioni...
03/12/2016

Studio sui costi della diretta, Sifo accelera ok da Federfarma

Dovrebbe insediarsi già prima di Natale il gruppo di studio che, in rappresentanza di tutta la filiera farmaceutica, lavorerà alla ricerca comparativa sui costi economico-sociali del doppio canale (diretta, dpc e convenzionata) proposta a ottobre dalla Sifo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni