Edicola

Dai tagli ai posti letto alle reti, sempre meno ospedale nel Ssn

24/12/2012 11:56:16
E’ battaglia aperta tra Regioni e Governo sulla sostenibilità del Ssn e sulla posta che più concretamente si nasconde dietro allo slogan, il taglio di 15mila posti letto per degenze ordinarie da qui al 2014. La cifra è scritta nero su bianco nel regolamento sul riordino della rete ospedaliera che il ministero della Salute aveva presentato ai governatori e si era poi visto tornare indietro con cancellature e proposte di modifica. I tecnici dell’Economia hanno risposto a loro volta no e ora la partita è allo stallo, con le autonomie disposte a riesaminare il documento in una conferenza Stato-Regioni straordinaria (tra Natale e Capodanno) solo se prima il premier Monti incontra i governatori come avevano chiesto ieri.
Nel muro contro muro i titolari sono soltanto spettatori ma interessati, perché dalla drastica riorganizzazione del sistema ospedaliero cui puntano Salute ed Economia posso spuntare spazi che la farmacia dei servizi potrebbe occupare (previo rinnovo della Convenzione, ovviamente). Lo dicono anche solo i numeri: di quei 15mila posti letto che andrebbero tagliati a partire da gennaio, soltanto 6.600 verrebbero riconvertiti per lungodegenze e riabilitazione; significa, a cifre tonde, un “vuoto” di quasi 7.400 posti letto in tutta Italia, che gli ospedali dovranno colmare con generose iniezioni di appropriatezza nei ricoveri (soltanto nel Lazio, 470mila in più rispetto alla media nazionale, a causa di interventi che altrove si fanno in day hospital) e con un uso più consistente della domiciliarità. Certo, Regioni che hanno fatto dell’offerta ospedaliera una carta con cui attrarre malati da altre parti dello Stivale (come Lombardia ed Emilia Romagna) cercheranno in ogni modo di limare le cifre del piano, ma la chiusura di qualche migliaio di posti letto appartiene ormai all’ineluttabilità.
E le farmacie allora? Vale la pena cominciare a ragionare sui modelli che già oggi esperti e addetti ai lavori prefigurano. In un intervento pubblicato ieri dal Corriere della Sera, per esempio, Umberto Veronesi prefigura un assetto del sistema in cui il territorio sarà votato alla medicina diagnostica e si attrezzerà con una medicina di famiglia strutturata in aggregazioni e reti, e il livello ospedaliero si dedicherà alla medicina terapeutica ma poggerà su un numero limitatissimo di strutture “hi-tech” dove si farà molta ricerca.

Notizie correlate

05/06/2017

«Gli sprechi degli ospedali? Costano il 13% della spesa per farmaci»

Scaduti, sprechi e inefficienze logistiche delle aziende pubbliche, sanitarie e ospedaliere, vanificano ogni anno il 13% circa della spesa farmaceutica. Risorse preziosissime che il Servizio sanitario nazionale getta al macero per colpa di una gestione di magazzino che in molte strutture, soprattutto dal centro Italia in giù...
30/04/2016

H16, la riforma della Guardia medica divide i sindacati dei mmg

Divide i sindacati dei medici di famiglia l’Atto d’indirizzo con cui, a fine marzo, le Regioni avevano ufficializzato la propria piattaforma contrattuale in vista del rinnovo della convenzione di categoria. Da una parte la Fimmg, la sigla più rappresentativa...
06/11/2015

Orario di lavoro, la bomba che rischia di far saltare i conti del Ssn

C’è chi l’ha definita una bomba a orologeria. Con il timer puntato al 25 novembre, data dalla quale torneranno in vigore le norme comunitarie in materia di orari e riposi di lavoro di medici e infermieri. Per il Ssn, ciò significa che in ospedali e strutture pubbliche...
24/10/2015

Legge di Stabilità, giro di vite per ospedali che vanno in “rosso”

Il Fondo sanitario 2016 ammonterà a 111 miliardi di euro, uno in più rispetto a quest’anno e due in meno se il confronto è con le cifre del Def, il Documento di economia e finanza. Ma in cambio le Regioni recuperano 1,3 dei 2,2 miliardi cui avrebbero dovuto...
28/10/2014

Censis, un italiano su due ha scelto la sanità privata

Nell’ultimo anno quasi un italiano su due si è dovuto rivolgere al privato (e pagare di tasca propria) per usufruire di cure, visite o analisi che nel pubblico avrebbero richiesto una lista d’attesa. Dati interessanti in chiave farmacia dei servizi quelli che arrivano...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni