Edicola

Pisa, meeting Asis: per uscire dalla crisi sinergie di filiera

25/03/2013 10:34:57
Dopo questa crisi, niente sarà più come prima. Meglio quindi che la filiera lavori di comune accordo per gestire tutti assieme il cambiamento. Questo l’invito che arriva dalla seconda giornata di lavori del meeting organizzato a Pisa da Asis, l’Associazione studi sull’industria della salute. Tema portante della sessione, le formule per far ripartire il sistema Italia. E assieme il comparto farmaceutico, che rimane l’area di maggiore competitività del Paese. Lo ha ricordato il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi: «Il 9% degli investimenti in ricerca e sviluppo fatti in Italia vengono da noi. Siamo tra i settori che più esportano, il 65% della nostra produzione va all’estero e negli ultimi tre anni le nostre esportazioni sono cresciute del 30%». Per quanto competitiva, l’industria del farmaco non trova però in questo Paese condizioni che le consentano di crescere: «I nostri prezzi sono sempre più bassi» ha ricordato Scaccabarozzi «fatto cento per l’Italia la media dei primi cinque paesi Ue è 115. La nostra spesa farmaceutica, poi, è inferiore del 26%».
Per gli esperti, i problemi da superare per rimettere in moto la nostra economia sono gli stessi di sempre: bassa competitività, burocrazia pervasiva, scarso sostegno all’innovazione. Per Ornella Barra, chief executive della divisione Pharmaceutical Wholesale di Alliance Boots, la prima cosa da fare è però mettere da parte pessimismo e vittimismi. «Basta lamentarsi e piangersi addosso» ha detto «smettiamo di pensare che per superare questa crisi dobbiamo attendere che siano altri a tirarci fuori. La filiera deve lavorare insieme per il cambiamento: nel comparto la crescita sarà trainata sempre più massicciamente dai farmaci specialistici, per terapie avviate in ospedale ma poi gestite nel territorio. La farmacia deve seguire questo flusso, dobbiamo cogliere qui le nostre opportunità».
Gestire il cambiamento è l’approccio da seguire anche per la presidente di Federfarma, Annarosa Racca: «A questo paese occorre una rivoluzione culturale» ha ricordato nel suo intervento «perché investire nella salute e sul farmacop in particolare può essere uno degli strumenti per il rilancio del paese. Anche noi perseguiamo l’innovazione, il nostro cambiamento si chiama riforma della remunerazione: la cerchiamo con insistenza da quasi tre anni, entro il 30 giugno dovrebbe essere definito il nuovo modello, speriamo di riuscire a chiudere la partita una volta per tutte. Un altro obiettivo è il rinnovo della convenzione, che servirà a dare finalmente luce verde alla farmacia dei servizi e allo sviluppo di progetti di pharmaceutical care nei presidi del territorio. Su questa strada, la collaborazione di tutte la filiera sarà vincente»

Ultime notizie

28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....
22/05/2020

Spesa farmaceutica: vizi antichi impongono interventi moderni

FEDERFARMA interviene sull’ultimo monitoraggio dell’AIFA relativo alla spesa farmaceutica 2019 per evidenziare con forza l’urgente necessità di strutturare nuovi modelli per rimediare a mali antichi.
I dati sono ancora una volta inequivocabili.
Mentre per lo scorso anno  la spesa farmaceutica per acquisti diretti ha fatto registrare uno scostamento assoluto di oltre...
07/05/2020

Mascherine: necessario fare chiarezza

Federfarma ritiene necessario fare chiarezza in tema di mascherine chirurgiche, tanto più in queste ore in cui il Paese inizia a ripartire, con la Fase 2, e il loro uso è essenziale, insieme al  distanziamento fisico e al lavaggio accurato delle mani, per evitare di ritrovarsi tra qualche settimana costretti a una nuova quarantena....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni