Edicola

Brexit, le paure dell’industria farmaceutica e i destini dell’Ema

25/06/2016 08:43:48
La Brexit preoccupa l'industria europea del farmaco, che all'indomani del referendum britannico lancia un appello all’Unione perché le decisioni che verranno prese da qui in avanti sullo “sganciamento” del Regno Unito abbiano al centro il paziente. In particolare l'Efpia, European federation of pharmaceutical industries and associations, sottolinea in una dichiarazione che l’obiettivo comune dovrebbe restare quello «di garantire un rapido accesso ai farmaci innovativi per i pazienti in tutta Europa, nonché lo sviluppo di un contesto normativo e politico che promuova l'innovazione e sostenga la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci per soddisfare le esigenze dei pazienti, dei sistemi sanitari e della società». Anche se l’esito del referendum non potrà non influire sulla permanenza a Londra dell'Ema, l’Agenzia del farmaco europea.

Parla di Brexit anche il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi. «Il nuovo quadro dovrà dare continuità all'impegno e agli investimenti delle imprese del farmaco nel Regno Unito» avverte. Quanto all’Ema, Scaccabarozzi riconferma il proprio appello alle istituzioni per portare l'Agenzia europea del farmaco nel nostro Paese. «L'Italia ha le carte in regola per diventarne la sede. A nostro favore giocano importanti fattori: l'industria farmaceutica made in Italy è ormai una realtà 4.0 di primo piano, è seconda per produzione alla Germania ma prima per valore pro-capite». Inoltre, ha detto ancora il presidente di Farmindustria, L'Italia «può contare su un'Agenzia del farmaco (Aifa) riconosciuta a livello internazionale come modello di best practice per l'innovatività delle modalità di accesso ai farmaci. Un modello - sottolinea - cui guardano molti Paesi, e che andrebbe reso ancora più efficiente». Favorevole al “trasloco” dell’Ema in Italia anche Federico Gelli, responsabile sanità del Pd: «Abbiamo tutte le carte in regola per accogliere l'Ente regolatorio farmaceutico europeo: la nostra industria farmaceutica vanta un export che supera il 70%. Il comparto, inoltre, fa segnare una crescita anche a livello occupazionale».

Il trasferimento, in ogni caso, non avverrà dall’oggi al domani. Da quando il Regno Unito avvierà l'iter dell'articolo 50 dei Trattati Ue per l'uscita dall'Unione, serviranno almeno due anni perché Londra e Bruxelles completino la negoziazione sulle modalità di uscita della Gran Bretagna da tutti gli organismi comunitari. Un’operazione che, dopo l’annuncio di dimissioni del primo ministro inglese David Cameron, dovrà essere gestita dal suo successore.

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni