Edicola

Terremoto: danni alle farmacie, aiuti già pronti a partire

25/08/2016 00:59:48
Due farmacie completamente distrutte ad Amatrice, in provincia di Rieti; altre due con danni più o meno estesi, ma già riaperte e operative dalla mattinata, ad Accumoli (sempre nel Lazio) e ad Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli; infine, una mezza dozzina di presidi lievemente colpiti a Norcia (Perugia) e nei paesini abruzzesi più vicini all’epicentro. E’ il bilancio dei danni arrecati al servizio farmaceutico dal sisma che, nella notte tra martedì e mercoledì, ha devastato tre comuni appenninici del centro Italia, a cavallo tra Lazio e Marche. Oltre un centinaio i morti recuperati ieri dalle macerie, ma il conto è destinato purtroppo a salire per l’elevato numero di dispersi. Tra i quali, per fortuna, non va più conteggiata la co-titolare di una delle due farmacie di Amatrice: la sua abitazione, attigua all’esercizio, è andata completamente distrutta e per tutta la mattinata era risultata irreperibile. Poi, a metà giornata, la buona notizia: alle prime scosse aveva abbandonato la casa con i propri figli ed era finita tra gli sfollati.

Immediata la mobilitazione di Federfarma, delle farmacie e della professione: già dalla notte stessa, vertici nazionali e rappresentanze regionali del sindacato si sono aggiornati reciprocamente sulle inagibilità delle sedi colpite e sugli interventi da mettere in campo. L’emergenza, ovviamente, è ad Amatrice, «dove» spiega Luigi Cortellini, presidente di Federfarma Rieti «il servizio farmaceutico territoriale è stato spazzato via dal sisma. Lavoriamo a stretto contatto con la Protezione civile per coordinare gli interventi». Al momento l’assistenza è assicurata dalle farmacie dei vicini comuni abruzzesi, che inviano gratuitamente antidolorifici, cateteri e altro materiale affidandoli alle squadre di volontari in transito; nel giro di 24-48 ore, non appena la Regione Lazio avrà dato l’ok, dovrebbero poi partire due camper attrezzati, uno da Cuneo (farmacisti volontari) e l’altro dalla Safar; infine, una volta predisposti gli spazi, arriveranno i due container già predisposti da Farmacentro per dare un tetto alle due farmacie amatriciane. «Purtroppo» commenta il presidente di Federfarma Umbria, Augusto Luciani «abbiamo una certa esperienza in questo genere di emergenze. Partiremo non appena avremo avuto dalla Protezione civile le indicazioni del caso, la prima cosa da evitare in questo momento è l’intasamento delle vie di comunicazione con partenze improvvisate».

«Come sempre» commenta la presidente di Federfarma, Annarosa Racca «le farmacie stanno compiendo ogni sforzo per assicurare il servizio alle popolazioni colpite, cui vanno la solidarietà e il cordoglio della categoria. Siamo vicini anche ai colleghi delle zone terremotate, faremo ogni sforzo per aiutarli e nel consiglio di presidenza del 1° settembre decideremo le iniziative da adottare». «Ancora una volta» aggiunge il presidente del Sunifar, Alfredo Orlandi «le farmacie si fanno trovare pronte davanti all’emergenza: siamo sempre in prima linea, a qualsiasi ora e in qualsiasi giorno dell’anno, perché siamo professionisti del sistema sanitario».

Intanto, Federfarma Roma ha riattivato da ieri l’iban di Farma&Friends (IT 22 V 03069 09502 100000001613), il programma di campagne benefiche del sindacato provinciale. «Devolveremo tutti i fondi che riusciremo a raccogliere ai nostri colleghi di Amatrice e dintorni la cui farmacia è stata distrutta dal terremoto» commenta il presidente dei titolari capitolini, Vittorio Contarina «siamo convinti che uno degli aiuti più grandi che possiamo prestare alle popolazioni è ridare loro una farmacia nel più breve tempo possibile». (AS)

Notizie correlate

30/08/2017

Terremoto, un anno dopo: i numeri e l’impegno di Federfarma

A un anno esatto dalla prima delle scosse che tra l’agosto e l’ottobre del 2016 hanno portato la devastazione in quattro regioni dell’Italia centrale (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), sono una ventina le farmacie del territorio che ancora non hanno...
07/04/2017

Decreto terremoto: benefici per comunità colpite

La norma del decreto terremoto che, nelle Regioni colpite dal sisma, autorizza le farmacie a dispensare i medicinali della diretta non rappresenta soltanto un intervento tangibile a favore delle comunità locali, ma servirà anche a dimostrare che il Ssn può far fare...
08/03/2017

Farmacie terremotate, emendamento per dpc “d’ufficio”

Nei comuni terremotati e nelle rispettive province, le farmacie del territorio provvederanno alla alle distribuzione per conto dei medicinali normalmente forniti in via diretta dalle Asl, nelle modalità e condizioni economiche previste dagli accordi regionali sulla dpc...
20/01/2017

Zone terremotate: farmacie aperte al servizio dei cittadini

Federfarma esprime grande solidarietà alle famiglie delle vittime di questo ennesimo terremoto e alle popolazioni colpite dal sisma che vivono situazioni drammatiche, peggiorate dal freddo intenso di questi giorni e dalla neve che ostacola i soccorsi. La Federazione è anche vicina ai tanti colleghi farmacisti che, pur tra mille difficoltà...
15/12/2016

Sisma, i piani di Federfarma per salvare le farmacie delle zone spopolate

Con la raccolta fondi che ha consentito di devolvere più di 192mila euro alle farmacie colpite dal doppio sisma del centro-Italia, Federfarma ha messo in campo un impegno encomiabile. Tuttavia, molti titolari di Umbria, Marche e Lazio continuano a soffrire per le conseguenze del sisma e hanno ancora bisogno di aiuto, non solo economico ma anche legislativo. E’ il quadro emerso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni