Edicola

Carta della qualità, Racca: rinnoviamo il patto sociale con i cittadini

25/09/2015 03:03:12
Si rinnova il patto tra farmacie e cittadini per un servizio che ancora oggi rappresenta la prima linea del sistema sanitario pubblico. E’ la considerazione con cui Annarosa Racca, presidente nazionale di Federfarma, motiva la nuova Carta della qualità in farmacia, la piattaforma d’intenti che sindacato titolari e Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva presenteranno ufficialmente lunedì al ministero della Salute.

Presidente, perché rinnovate la Carta a vent’anni dalla sua prima stesura?
Il fatto è che a distanza di così tanto tempo, i malati continuano a riconoscere nella farmacia il più importante e ravvicinato presidio sanitario del territorio. Rinnoviamo quindi il patto con i cittadini perché vogliamo formalizzare l’impegno delle farmacie a proseguire sulla stessa strada.

Rispetto alla prima Carta, però, i tempi sono cambiati e anche le farmacie…
Certamente: sono arrivati i servizi così come si sono affermati i generici, per non parlare dei mutamenti sociali ed economici che hanno investito il Paese. Anche per questo era importante aggiornare la Carta della qualità: cambia il contesto, rimane l’impegno della farmacia a tutelare e assistere il cittadino.

Anche questo cittadino, però, è cambiato parecchio…
Sì, è un cliente-paziente che in tema di salute appare più consapevole e informato, anche se talvolta cade negli inganni o nelle sirene del web. Quello che però non è cambiato è il suo bisogno di avere sempre accanto un professionista qualificato, che certifichi oppure corregga le sue informazioni e le sue scelte. La tv prima e internet dopo non hanno fatto venir meno la necessità della farmacia come “tutor” di ultima istanza.

Il rinnovo della Carta è anche un messaggio alla politica?
Ovviamente. Testimonia l’imprescindibilità della farmacia come risorsa sociale, confermata peraltro da innumerevoli ricerche statistiche e sondaggi. Il cittadino ha bisogno della farmacia e lo ammette senza difficoltà, qualche politico invece fa fatica ad accettarlo. (AS)

Notizie correlate

25/02/2016

Carta della qualità, Federfarma chiede un ulteriore sforzo

La Carta della qualità rappresenta la piattaforma del rinnovato patto tra farmacie e italiani, il documento d’identità di una farmacia che è servizio pubblico non per carta bollata ma per le prestazioni che garantisce indifferentemente a ogni assistito del Ssn...
29/09/2015

Lorenzin: Carta della qualità marchio del rapporto cittadini-farmacie

Accessibilità, Accoglienza e personalizzazione, Informazione, Sicurezza e Standard dei servizi. Sono i cinque capitoli sui quali si articola la Carta della qualità in farmacia...
27/11/2013

Best practices in Sanita, da Cittadinanzattiva progetto con operatori Ssn

Indagare luci e ombre del Ssn per offrire orientamenti alle politiche di riforma e riorganizzazione della sanità italiana. Con questo obiettivo Cittadinanzattiva, attraverso il Tribunale per i diritti del malato, ha avviato un progetto dal un duplice scopo...
16/07/2013

PiT Salute: Ssn sempre meno universalistico

Tra gli italiani che nell’ultimo anno si sono rivolti al Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva per lamentarsi dei costi della Sanità pubblica, uno su quattro l’ha fatto per motivi legati al farmaco: tra i medicinali di fascia A...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni