Edicola

Terremoto Calabria: farmacie subito in prima linea, danni da quantificare

26/10/2012 13:43:00
Farmacie pronte a rispondere all’emergenza anche dopo il sisma che ieri notte ha colpito la zona montuosa del Pollino, tra Calabria e Basilicata. Giusto un paio di ore dalla scossa più forte - magnitudo 5, registrata all’una e qualche minuto - e i titolari di Mormanno, Laino Castello e Laino Borgo, nel Cosentino, e di Rotondo, in provincia di Potenza, erano già in servizio per fornire eventuale supporto. Fortunatamente, i danni provocati dal movimento tellurico e dallo sciame successivo sembrerebbero per ora limitati: una vittima per lo spavento, un ospedale (a Mormanno) e qualche abitazione evacuati, lesioni agli edifici. Anche per le farmacie danni da quantificare, alle merci (scaffali crollati e confezioni danneggiate) più che agli immobili. «Sono quattro in tutto le farmacie ubicate nell’area colpita» spiega Francesco Caiazza, presidente di Federfarma Basilicata «stamattina hanno aperto tutte regolarmente». «Da noi le farmacie che operano nell’area colpita sono almeno una decina» aggiunge dal canto suo Alfonso Misasi, presidente di Federfarma Cosenza e segretario nazionale del sindacato «stiamo ancora monitorando la situazione ma al momento ci risultano soltanto danni economici. Mi piace piuttosto sottolineare che, anche in occasione di questo evento sismico, la rete territoriale delle farmacie si è fatta trovare pronta».

Notizie correlate

30/08/2017

Terremoto, un anno dopo: i numeri e l’impegno di Federfarma

A un anno esatto dalla prima delle scosse che tra l’agosto e l’ottobre del 2016 hanno portato la devastazione in quattro regioni dell’Italia centrale (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), sono una ventina le farmacie del territorio che ancora non hanno...
07/04/2017

Decreto terremoto: benefici per comunità colpite

La norma del decreto terremoto che, nelle Regioni colpite dal sisma, autorizza le farmacie a dispensare i medicinali della diretta non rappresenta soltanto un intervento tangibile a favore delle comunità locali, ma servirà anche a dimostrare che il Ssn può far fare...
08/03/2017

Farmacie terremotate, emendamento per dpc “d’ufficio”

Nei comuni terremotati e nelle rispettive province, le farmacie del territorio provvederanno alla alle distribuzione per conto dei medicinali normalmente forniti in via diretta dalle Asl, nelle modalità e condizioni economiche previste dagli accordi regionali sulla dpc...
20/01/2017

Zone terremotate: farmacie aperte al servizio dei cittadini

Federfarma esprime grande solidarietà alle famiglie delle vittime di questo ennesimo terremoto e alle popolazioni colpite dal sisma che vivono situazioni drammatiche, peggiorate dal freddo intenso di questi giorni e dalla neve che ostacola i soccorsi. La Federazione è anche vicina ai tanti colleghi farmacisti che, pur tra mille difficoltà...
15/12/2016

Sisma, i piani di Federfarma per salvare le farmacie delle zone spopolate

Con la raccolta fondi che ha consentito di devolvere più di 192mila euro alle farmacie colpite dal doppio sisma del centro-Italia, Federfarma ha messo in campo un impegno encomiabile. Tuttavia, molti titolari di Umbria, Marche e Lazio continuano a soffrire per le conseguenze del sisma e hanno ancora bisogno di aiuto, non solo economico ma anche legislativo. E’ il quadro emerso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni