Edicola

Assinde pensa in grande e allarga all’extrafarmaco il sistema “resi”

27/03/2015 04:36:59
Il farmaco sta ormai stretto ad Assinde, la società partecipata da Farmindustria, Federfarma, Assofarm, Adf e Federfarma Servizi che gestisce lo smaltimento di scaduti e rifiuti delle farmacie. Entro la fine della primavera, infatti, dovrebbero essere chiusi i primi contratti con aziende di spicco dell’extrafarmaco (cosmetici e integratori innanzitutto) per estendere ai loro prodotti il sistema “resi” di Assinde. «La nostra è un’esperienza unica in Europa» spiega a Filodiretto il presidente della società, Giorgio Rende «abbiamo una storia di efficienza e sicurezza lunga 35 anni, passare da noi significa avere la certezza di un percorso amministrativo ed ecologico di qualità. Abbiamo tutti i numeri per essere attraenti anche verso altre categorie di produttori, estranei al farmaco ma nel mercato della farmacia.

Il “nuovo corso” di Assinde è figlio della determina Aifa sui foglietti illustrativi in vigore dal giugno scorso: i resi per modifiche al bugiardino si sono ridotti nel tempo e continueranno a scendere anche quest’anno, dunque calano i volumi di lavoro della società (che negli ultimi 11 anni ha smaltito 100 milioni di confezioni per un totale di circa seimila tonnellate di farmaci). «Avremmo potuto accontentarci di sopravvivere» continua Rende «invece vogliamo reagire e rinnovarci: l’obiettivo, in sintesi, è quello di arrivare a gestire tutto lo scaduto delle farmacie». A sancire la svolta il nuovo accordo tra i soci Assinde per il triennio 2015-2017, firmato nel novembre scorso: il documento, infatti, ufficializza l’estensione del sistema “resi” alle aziende dell’extrafarmaco che vorranno servirsene ed è alla base dei contratti che la società sta finalizzando in queste settimane. «Ai produttori» aggiunge ancora Rende «offriamo un sistema centralizzato e affidabile che li sgrava da burocrazia e incertezze legislative. Alle farmacie, invece, diamo la possibilità di gestire tutti gli scaduti in modo efficiente e snello, con le stesse scadenze e gli stessi invii semestrali che già praticano sul farmaco». Accordo interassociativo e contratti con le aziende definiranno anche modalità di certificazione e “indennizzabilità” dei resi. (AS)

Notizie correlate

09/09/2016

Glucagen, Federfarma rassicura: resi e sostituiti rimborsati da Assinde

La sostituzione in farmacia delle confezioni difettose di Glucagen Hypokit, il farmaco di Novo Nordisk interessato nei giorni scorsi da una disposizione dell’Aifa per il ritiro dal commercio di tre lotti produttivi, verrà rimborsata ai titolari mediante un indennizzo straordinario erogato da Assinde. E’ quanto chiarisce la circolare diffusa ieri da Federfarma per integrare la nota diramata...
08/05/2013

Convenzione, remunerazione, servizi. Federfarma traccia la via

Riforma della remunerazione per stabilizzare i fatturati di fascia A. Rinnovo della Convenzione per dare fondamenta e sostenibilità ai nuovi servizi...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni