Edicola

Intesa Aifa-Fimmg, farmacie spettatrici interessate

25/03/2017 00:33:06
Potrebbe diventare una buona notizia anche per le farmacie del territorio l’intesa raggiunta l’altro ieri al tavolo dell’Aifa sulla medicina generale, che apre gestione e aggiornamento dei piani terapeutici ai medici di famiglia. L’accordo, fortemente cercato dalla Fimmg, mira infatti a riportare sul territorio la prescrizione di circa 1.500 farmaci appartenenti a una trentina di categorie terapeutiche, oggi riservati alla scelta dello specialista proprio attraverso lo strumento dei piani terapeutici. Ne deriva, per i pazienti e per i cronici in particolare, un vero e proprio “elastico” tra ambulatori, perché quando c’è da aprire il piano (la cui durata varia da un trimestre a un anno intero) o aggiornarlo l’interlocutore è lo specialista, quando invece c’è da ripetere la ricetta c’è da andare dal mmg. E se la tappa è in ospedale, capita sovente che poi la prima fornitura arrivi in distribuzione diretta, dalla farmacia ospedaliera.

L’intesa, in sostanza, dovrebbe semplificare la vita ai pazienti e restituire alla “penna” del medico di famiglia un consistente numero di farmaci di recente uscita, come gli anticoagulanti di nuova generazione, le incretine e diverse specialità in associazione per la Bpco. Non da subito però: alla dichiarazione d’intenti sottoscritta giovedì da Aifa e Fimmg, infatti, dovrebbe seguire una serie di incontri tecnici, nei quali concordare gli strumenti – web-based – per raccordare specialisti e medici di famiglia e consentire a questi ultimi di gestire i piani in maggiore autonomia. «E’ una battaglia che vogliamo combattere con le farmacie» commenta a Filodiretto il segretario nazionale della Fimmg, Silvestro Scotti «perché riportare sul territorio questi farmaci conviene a entrambe le categorie. Facciamo fronte comune, altrimenti verremo emarginati». «Condividiamo l’impegno della Fimmg» è l’immediata replica della presidente di Federfarma, Annarosa Racca «va fatto ogni sforzo per riportare i farmaci innovativi sul territorio».

L’appello alla coesione dimostra che l’intesa con Aifa non autorizza i mmg a cantare già vittoria. Sono anni, d’altronde, che in tema di piani terapeutici l’Agenzia del farmaco fa promesse alla medicina di famiglia ma poi le cose rimangono in sospeso: nel 2014, quando alla direzione generale dell’Agenzia c’era Luca Pani, venne concertata una sperimentazione nella quale un paio di migliaia di generalisti avrebbe gestito tali piani in totale autonomia, ma di fatto il progetto non partì mai. Nell’estate scorsa, al termine di un incontro chiarificatore, Aifa promise a Fimmg che la sperimentazione sarebbe stata rimessa in pista, ma poi fu di nuovo stallo. Che la terza sia la volta buona? (AS)

Notizie correlate

14/09/2018

Al nuovo direttore generale dell’AIFA gli auguri di Federfarma

Federfarma formula i migliori auguri di buon lavoro al nuovo direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Luca Li Bassi, medico chirurgo ed esperto di management sanitario e sanità pubblica e conferma la disponibilità da parte delle farmacie alla massima collaborazione con una Istituzione che opera a tutela della salute dei cittadini...
25/07/2017

Spesa farmaci, Aifa: convenzionata in crescita ma non sfonda

Invertendo l’ordine dei fattori, il risultato non cambia. E’ il commento che sorge spontaneo a leggere i dati del report con cui l’Aifa fotografa l’andamento della spesa farmaceutica pubblica nei primi tre mesi dell’anno: anche se da gennaio il sistema di tetti è cambiato (con la distribuzione diretta che è andata a sommarsi all’ospedaliera e la convenzionata si è messa a correre per...
07/06/2017

Tavolo sulla diretta, al via due sottogruppi su Pht e modelli distributivi

Si sposta su Pht e modelli distributivi locali la lente del gruppo di lavoro sui costi della diretta varato a gennaio dal Tavolo del Mise sulla governance del farmaco e coordinato dall’Aifa. Con l’obiettivo comune, Regioni e filiera, di ragionare su un percorso che porti a una significativa riduzione delle distanze oggi esistenti a livello territoriale in materia di doppio canale...
14/03/2017

Stefanelli: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui...
02/02/2017

Distribuzione diretta, lunedì prima seduta del gruppo Aifa

Sarà lunedì prossimo, 6 febbraio, la prima seduta del gruppo di lavoro sulla distribuzione diretta istituito due settimane fa dal Tavolo del ministero dello Sviluppo economico sulla farmaceutica. Lo ha comunicato ieri l’Aifa con una lettera di convocazione inoltrata alle Regioni, ai ministeri (Mise e Salute) e alle sigle della filiera direttamente interessate al tema. «L’incontro» scrive l’Agenzia...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni